Talamanca, il paradiso è di casa qui

Talamanca coastAvevo via un link dimenticato: un e-book gratuito con la ristampa digitale di What Happen of Costa Rica Talamanca Coast di Paula Palmer (pdf, 275 pagine, 2.4 MB), l'unico libro esistente sulla storia di questo ricco tratto di costa di cui Travelers Haven dice: "Scendendo a Sud (Ndr. superata la costa dove si trovano il Cahuita National Park, i Manzanillo e Gandoca Wildlife Refuge e il Tortuguero National Park), la città portuale di Lìmon vi apre le porte a una delle zone culturalmente piu' distintive del Costa Rica. Rimasugli di popolazioni indigene, gli indiani Bribrì e Cabecar, e Afroamericani deportati dalla Giamaica per lavorare alle piantagioni di banane, vivono nelle colline ai piedi delle Talamanca Mountains e lungo i villaggi della costiera, che mantengono un ritmo di vita senza fretta. Qui si trovano le spiagge piu' belle della costa est e diversi spot per fare surf. Il Parco Nazionale di Cahuita protegge 2500 acri di mare, quanti ne protegge anche il Gandoca-Manzanillo National Wildlife Refuge. La riserva biologica Hitoy-Cerere, altrettanto estesa, copre la foresta dell'interno: è un pò una sfida arrivarci, ma i sentieri meno battuti possono riservare belle sorprese".

Dai Turisti per caso qualcuno è arrivato su quella costa dalla parte opposta, ma come nelle equazioni il risultato non cambia: "Percorrendo il Costa Rica sul versante atlantico, in direzione del confine con Panamà, a un’ora di strada dal porto bananiero di Lemon, puoi incontrare un paradiso che si chiama Puerto Viejo de Talamanca. La regione ospita alcune riserve indigene oltre ai parchi La Amistad e Chirripò."

Su Outdoor Weblog invece sta uscendo il resoconto di un surf trip in Costa Rica: interessante leggere le considerazioni di una persona che torna sui posti dopo 5 anni.

  • shares
  • Mail