Multato per aver sputato in aereo

cabina-aereo.jpg

Tornano le liti in aereo, causate certo dal dove viaggiare in spazi sempre più stretti, ma anche da comportamenti non proprio educati. Questa volta il colpevole si chiama Shane, un uomo di 38 anni, giudicato colpevole dal giudice di Brisbane in Australia, che gli ha inflitto una multa di 600 dollari australiani.

L'uomo si è reso colpevole di ripetuti gesti di intemperanza e maleducazione, al limite dell'aggressione: toni verbali aggressivi, spinte, calci e ginocchiate contro il sedile posto davanti al suo, occupato da un altro passeggero, che si era rifiutato di alzare il sedile. E alla fine anche uno sputo.

Il giudice ha concluso evidenziando come trovarsi in un aereo, in uno spazio limitato, può provocare stress, ma si deve sempre tenere sotto controllo le proprie emozioni. Ed ha concluso, ritenendo Shane fortunato per non essere stato accusato dall'altro passeggero per aggressione.

Shane ha provato a difendersi, sostenendo che alla sua richiesta di alzare il sedile, l'altro passeggero gli abbia risposto in maniera sgarbata, e che per un volo così corto, dalla Nuova Zelanda a Brisbane, non c'è motivo per reclinare il sedile. Ma evidentemente non è bastato a convincere il giudice.

Via | The Guardian
Foto | Alex Brown

  • shares
  • Mail