Expo 2015: la storia di Palazzo Italia

Il progetto e la realizzazione di Palazzo Italia a Expo 2015, l'edificio-foresta ideato dallo studio di architettura Nemesi and partners, diventano un libro fotografico e un documentario. Il volume è stato curato da Luca Molinari, mentre il lungometraggio, intitolato "This is me", è opera di Paolo Scarfò e Raffaele Festa Campanile che si sono occupati della regia e della sceneggiatura.

Palazzo Italia viene presentato come un edificio osmotico, che dialoga con l'ambiente e scambia energia con esso. Un'opera sperimentale che ha coinvolto grandi eccellenze italiane. Tra gli esempi più significativi la facciata-pelle in cemento biodinamico, oppure la vela di copertura in acciaio e vetro.

A differenza degli altri padiglioni dell'esposizione universale il Padiglione Italia, costituito da Palazzo Italia più altri edifici del Cardo, non è stato concepito per vivere nel breve intervallo del semestre, ma come un'opera permanente e rappresentativa di un Paese che guarda al futuro.

Un edificio immaginato e progettato come luogo in grado di rappresentare un intero Paese attraverso l'idea del "saper fare" italiano, raccontando le eccellenze culturali, paesaggistiche e produttive italiane. E l'imponenza della struttura interagisce poi con una dimensione interna più, per così dire, "liquida".


palazzo-italia.jpg

Foto Expo2015.

  • shares
  • Mail