TripAdvisor sotto accusa: il ristorante primo in classifica non esiste

cancellarsi-tripadvisor.png

TripAdvisor è sotto accusa. Il più grande portale di recensioni di viaggi, ristoranti, alberghi e attrazioni turistiche che si regge sui feedback degli utenti ha avuto per un mese un ristorante considerato tra i migliori del luogo. Peccato che però questo ristorante non esiste.

La denuncia arriva dal giornale Italia a Tavola: un falso profilo di un locale di Moniga del Garda (Brescia) ha conquistato la vetta del portale americano di viaggi grazie a dieci recensioni false, salendo in testa alle classifiche. Lo stratagemma è stato fatto a dimostrazione di quanto pensano molti gestori che operano nel settore turistico, ovvero della poca validità di questo portale.

Il profilo del ristorante "Scaletta", creato appositamente da Italia a Tavola e da altri ristoratori,  è cresciuto grazie a falsi commenti positivi - in realtà solo dieci - che hanno fatto balzare l'inesistente locale al top, superando "L'Osteria H2O" - realmente esistente -  che vantava di oltre 300 recensioni, di cui 201 con valutazione "eccellente".

tripadvisor.jpg

L'obiettivo è dimostrare che ci sono pochissmi controlli di validità dei commenti su TripAdvisor, uno scarso monitoraggio e una gestione anarchica, "dannosa e ingannevole" da parte di utenti fake.

Di contro, il portale americano ha respinto le accuse, sottolineando di essere "fortemente impegnato a garantire che i contenuti su TripAdvisor forniscano una fonte d'informazione utile e affidabile per coloro che pianificano un viaggio ovunque nel mondo", contestando altresì il metodo adottato dalla rivista:

"Creare recensioni o profili aziendali falsi solo per cercare di coglierci in fallo è un esperimento del tutto privo di senso, trattandosi di una pratica che differisce dalle frodi che monitoriamo e individuiamo quotidianamente. Sappiamo che quando un frodatore cerca di manipolare le classifiche sul nostro sito si lascia alle spalle degli schemi che abbiamo modo di tracciare e che tracciamo".

L'azienda ha inoltre dichiarato che postare recensioni false "oltre ad essere una violazione dei nostri termini di servizio e una pratica non etica è anche una violazione della legge in molti paesi e viola i termini del Codice del Consumo italiano".
Quale sarebbe la soluzione, allora? Secondo Italia a Tavola sarebbe necessario, anzi obbligatorio,  mostrare la ricevuta fiscale come prova della propria presenza in quel locale o albergo.

Credits | Italia a Tavola

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: