Aereo, la top ten degli oggetti dimenticati a bordo

The Big Clear Up Begins After Glastonbury 2009

Alzi la mano chi non è sceso dall'aereo e, una volta attraversato il gate per l'uscita, si sia ricordato di aver accidentalmente lasciato nella cappelliera, sul sedile o nel porta oggetti qualcosa. Occhiali, chiavi, iPod, cappotti, cappelli, un souvenir appena comprato nell'aeroporto di partenza o sul veivolo stesso, la lista è lunga e purtroppo variegata.

Un recente sondaggio della British Airways ha calcolato che ogni anno, soltanto sui loro aerei di linea, vengono smarriti oltre 30 mila oggetti in partenza  in arrivo al solo eroporto di Londra Heathrow, particolarmente nel periodo estivo, dove il traffico passeggeri è più frequente.

La compagnia inglese si è divertita a stilare una lista dei dieci oggetti più dimenticati a bordo, inserendo in particolar modo quelli più bizzarri e strani. Eccola.

1. Una scatola di salsicce tedesche
2. Un massaggiatore a infrarossi
3. Un contenitore per dentiera
4. Un elmetto da cavallerizzo
5. Una stuoia blu da yoga
6. Un paio di bastoncini da nordic walking
7. Due cappelli da cowboy in feltro
8. Un seggiolino per auto da bambino
9. Un libretto delle preghiere della sera e della mattina
10. Un arazzo

The Big Clear Up Begins After Glastonbury 2009

Ci sono poi gli oggetti meno curiosi ma che quando vengono restituiti - se lo smemorato passeggero se ne accorge per tempo - lasciano soddisfatti i loro custodi: un esempio sono i peluche dei bambini, che smettono di piangere non appena li ritrovano, oppure le fedi nuziali dimenticate in bagno nell'aereo.
Il protocollo della maggior parte delle compagnie aeree prevede che nel momento in cui un oggetto viene ritrovato a bordo dopo l’atterraggio viene conservato per circa 6/7 ore, dopo le quali viene affidato al deposito dell’aeroporto che si occupa del processo di restituzione nel momento in cui viene reclamato, con una piccola penale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail