Estate 2015, guida alle spiagge più economiche

LIBYA-DAILYLIFE-SCOUTS

Mare nostrum. Ma mica tanto nostro, visti i prezzi esorbitanti che a volte ci ritroviamo a pagare per un lettino e un ombrellone. Così dal Corriere della Sera arriva un'inchiesta - che poi è una sorta di mini guida - sulle spiagge più accessibili d'Italia. E non stiamo parlando di accesso al mare, ma di rapporto qualità-prezzo-nostro borsellino.

Il costo per una giornata in spiaggia dipende molto da dove stiamo piantando il nostro ombrellone: in Versilia, a Forte dei Marmi, due lettini e un ombrellone vengono affittati in media a 50 euro, mentre a Salve, in Puglia,  a giugno bastano 15 euro. In mezzo troviamo Ostia e a San Felice Circeo (un po’ meno care Sabaudia e Sperlonga), entrambe a 29 euro tra luglio e agosto) mentre i prezzi sono più abbordabili a Rimini e ai bagni Poseidon di Cefalù, dove si paga  15 euro in alta stagione. Stessa tariffa anche a Monopoli, Monopoli, Margherita di Savoia, Maiori e Capo Palinuro.

UAE-DUBAI-TOURISM

L'Italia ha  circa 8 mila chilometri di costa, sulla quale sorgono una cosa come  30 mila attività commerciali: stabilimenti,  chioschi, bar, ristoranti che pagano un canone demaniale che va dai 3 ai 7 euro (a seconda dei lidi) a metro quadro per un periodo di tempo regolato da una concessione. Poi c'è sempre qualcuno che italianamente ci mette il rincaro, specie sul turista straniero, giustificandole come "spese": in questo caso si può pagare un ombrellone e due lettini anche 60 euro al giorno.

Insomma, se vuoi fare il bagno devi pagare. Altrimenti recati in qualsiasi altra parte d'Europa, dove la spiaggia è un bene pubblico e quindi non è previsto alcun costo per accedere al mare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail