Vacanze in fattoria, a Pai - Tailandia

Vacanze in una fattoria Thailandese

La Tacomepai è una fattoria Tailandese totalmente organica al nord di Chang Mai, i cui proprietari lavorano per salvaguardare l’ambiente senza sfruttare il territorio. La famiglia Yon, con a capo il fantastico Sandot, anni fa ha deciso di raggruppare e accogliere volontari, residenti locali, ospiti, amici e viaggiatori con lo scopo di preservare l’ecosistema locale e le tradizioni contadine, offrendo così la possibilità di crescere individualmente con le preziose lezioni che il contatto con la natura offre.

Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese

La fattoria in sé è stupenda e ti basta un giorno per ritrovare tutto ciò di cui la vita di città ti ha privato. Si dorme in capannine di bambù in mezzo al verde, dove il profumo del fieno e il canto delle cicale ti accompagnano dolcemente nel mondo dei sogni. Si cucina solo con il fuoco, si mangia e si beve in piatti e bicchieri di bambù e dopo cena si canta a squarciagola davanti al falò. Ognuno è libero di fare ciò che vuole e le attività sono talmente tante che ce ne sono per tutti i gusti. Ti piace il lavoro duro? Vai nella foresta a raccogliere bambù e piantare papaya, mango e ananas. Il lavoro femminile per eccellenza? Setacciare il riso e selezionare i germogli di soia. Sei un appassionato di cucina? Davanti al fuoco una persona volenterosa è sempre la benvenuta e le bocche da sfamare non mancano. Questi sono solo piccoli esempi e vi assicuro che qui è difficile rimanere con le mani in mano. Oggi la fattoria è così ben organizzata che oltre altre classiche attività, Sandot organizza veri e propri corsi come il “Tacomepai Permaculture Design Course” e il “Creating with Bambu”.

Personalmente, amavo occuparmi della cucina, cucinare con il fuoco usando i mestoli di bambù e imparare a usare le spezie Thai. I piatti si lavavano con la cenere delle braci visto che plastica, composti chimici e detersivi vari sono strettamente banditi. Durante il mio soggiorno, pigra com’ero, cercavo di evitare tutte le attività proposte e spendevo le mie giornate a selezionare semi di soia e a raccogliere fiori di campo. Nessuno mi ha mai fatto sentire in colpa o mi ha mai messo sotto pressione per partecipare all’operosità del gruppo. Tutt’altro, Sandot mi faceva notare che giorno dopo giorno, anche il mio lavoro sedentario era utile e faceva sempre comodo avere qualcuno alla fattoria mentre il gruppo era nei campi.

Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese


Ho capito il mio valore il giorno in cui i due maialini Thailandesi sono riusciti a scappare dal loro recinto. Avete idea di quanto possano correre veloci? No, non credo. Inizialmente non pensavo dovessi preoccuparmi della cosa ma poi vedendoli nell’orto, il mio ozio iniziale è stato scosso da un senso di responsabilità che pensavo di non avere. Bene, allora la Tacomepai qualcosa me lo aveva insegnato! Lascio i germogli di soia e parto all’inseguimento. Corro, mi lancio, mi nascondo, faccio finta di niente per poi partire all’attacco… nulla di tutto ciò sembrava funzionare! Dopo mezz’ora, completamente esausta, mi siedo di fianco alle ceneri del fuoco serale e penso. Con la forza non li vinco ma con l’astuzia magari riesco a concludere qualcosa… cosi creo una passatoia di bucce di mango fino alla doccia, anch’essa di bambù. Il maialino goloso ovviamente ci casca alla grande e una volta nella doccia mi precipito all’interno e chiudo la porta. C’è stato un attimo di scambio di sguardi stile film western ma alla fine mi sono buttata e l’ho catturato. Una volta rimesso nel recinto, il compagno accortosi, è rientrato da solo. Al rientro dai campi, Sandot mi ritrova sporca, sudata e ansimante. Mi guarda, sorride e mi dice - I maialini sono scappati di nuovo? -, non rispondo e mettendo un braccio sulle mie spalle continua – Te l’avevo detto che avere qualcuno alla fattoria faceva comodo!-.

Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese

Quella alla fattoria è stata davvero un’esperienza fuori dal comune e se siete nei paraggi di Pai, al nord della Thailandia, vi consiglio di dare un’occhiata, anche solo per una cena davanti al fuoco e sotto un cielo stellato infinito. Vi lascio con le parole di Sandot che rispecchiano l’approccio felice e accogliente alla Tacomepai:

“Nuotare in un laghetto naturale, rilassarsi sull’amaca, setacciare il riso, intrecciare un cesto, cucinare un Thai Green Curry, imparare a suonare uno strumento tradizionale, coltivare l’orto, meditare, sedere in cerchio davanti al fuoco, camminare nella foresta per raccogliere bambù, fare lo shampoo con ingredienti naturali, raccogliere mango, fare tanto o poco… proprio come piace a te!”

Per maggiori informazioni clicca qui.

Foto: Tacomapei
Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese
Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese Vacanze in una fattoria Thailandese

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: