Cosa vedere a Mantova: il Palazzo Ducale

Palazzo ducale a Mantova

Il Palazzo Ducale di Mantova, residenza principale dei Gonzaga che governarono la città, e il ducato, per quasi 400 anni, fino a che nel 1708 non fu annesso al Ducato di Savoia, più che un Palazzo, è un complesso architettonico composto da diversi edifici, funzionalmente collegati tra loro, nel corso dei secoli. Uno dei più grandi d'Europa, forse non così noto come meriterebbe.

Non è facile visitare il Palazzo, proprio in ragione della sua grandezza, per cui, chi lo conosce bene, probabilmente è perché l'ha visitato più di una volta. Comunque, affidandosi al percorso principale, è possibile visitare la Camera degli Sposi, splendidamente affrescata dal Mantegna, l'Appartamento degli Arazzi, i cui disegni preparatori furono realizzati da Raffaello, la chiesa Palatina di Santa Barabara, con la riproduzione in proporzioni ridotte della scala Santa di Roma.

Per vedere alcune parti del complesso, come l'Appartamento vedovile di Isabella d'Este o l'appartamento dell'Imperatrice, occorre invece visitare il Palazzo Ducale in occasione di manifestazioni od eventi particolari.

Il museo è aperto tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 8.15 alle 19.15, ed il biglietto d'ingresso viene 6,5 per l'intero e 3,5 per il ridotto, che può arrivare a 15 euro per Mantova Musei Card, che permette di accedere anche a Palazzo Te, Museo della Città di Palazzo San Sebastiano, Museo Diocesano F. Gonzaga, Teatro Bibiena, e a 17 euro, se a oltre a questi si vuole visitare Palazzo d'Arco, Palazzo della Ragione e Torre dell'Orologio e Tempio di San Sebastiano (questi ultimi due sono validi per un anno).

Foto | BMK

  • shares
  • Mail