50 viaggi da fare assolutamente: le mete europee

Il National Geographic Traveler Magazine ha appena pubblicato la lista dei 50 Tours of Lifetime, quei luoghi che proprio dobbiamo visitare prima di appendere la valige al chiodo. L'intera rassegna sarebbe troppo lunga da trattare, concentriamoci quindi sul nostro continente per vedere cosa ci siamo persi in Europa e dove dobbiamo proprio fare un salto.

Procedendo in rigoroso ordine alfabetico si parte dalla Bosnia, dove ci consigliano di fare rafting lanciandoci nei gorghi del Tara, della Neretva e del fiume Vrbas. Antichi anfiteatri e remoti monasteri sono invece il piatto forte della Bulgaria, dove merita una sosta anche il disco volante di cemento del monte Buzludzha.

Meno esotica ma più comoda da raggiungere, ecco la Provenza, dove la lavanda in fiore ci accompagna mentre raggiungiamo il paesino di Bonnieux e le sue estese vigne. Vulcani, ghiacciai e impegnativi percorsi per trekking e mountain bike rientrano nel menù dell'Islanda, che comunque va visitata per almeno altri 13 buoni motivi. Finalmente l'Italia entra in campo con la Toscana e le sue isole, dove divertirsi a pagaiare in kayak. Varsavia e Cracovia sono le punte di diamante dell'offerta turistica della Polonia (ebbene sì, in quelle terre non ci sono solo i campionati di calcio) mentre geyser, vulcani e fumarole non fanno che mandarvi segnali di fumo per farvi atterrare nelle Azzorre portoghesi. L'epopea di Dracula è un tantino inflazionata, ma sembra rimanere un buon motivo per avventurarsi in Romania mentre decisamente più originale sembra essere il tour dentro il programma spaziale russo, con soste in Kazakhistan e a Mosca. Rullo di tamburi per il gran finale che torna alle nostre latitudini con un fresco giretto sul Monte Bianco, il più alto dell'Europa occidentale.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: