I Musei Capitolini entrano nel Google Art Project

Musei Capitolini sul Googl Art Project

I Musei Capitolini, uno dei Musei che non potete assolutamente mancare di visitare quanto siete a Roma (l'altro imho è la Galleria Borghese), è entrato nel Google Art Project, dove si trova in compagnia di musei del calibro dell'Altes Museum di Berlino, del MoMa di New York, del Museo di Van Gogh di Amsterdam, e degli Uffizi di Firenze.

Il sito è molto ben fatto, ma trattandosi di realtà virtuale, richiede la disponibilità di risorse, sia in termini di hardware che di banda di connessione. Si può navigare il progetto selezionando le opere, gli artisti o le collezioni, come ho fatto io, cliccando sulla M e selezionando i Musei Capitolini (simpatica è anche la selezione attraverso la carta geografica); da qui in poi inizia il nostro tour virtuale.

Per ogni opera, come per il museo, è disponibile una scheda di dettaglio, la localizzazione e la sua visualizzazione a 360°; quindi niente di nuovo dal punto di vista tecnologico (ma qui forse gli esperti smanettoni potranno dirci di più), ma quello che realmente è importante è il contenuto del progetto. Contenuti selezionati, di alto livello artistico e culturale, che fanno del Google Art Project un importante riferimento sul web (non c'è tutto, ma c'è veramente tanto).

Infatti con questa nuova release, si è passati dai 17 partner della release precedente, ai 151 musei di 40 diversi Stati presenti in questa nuova edizione, che spazia dalla pittura, alla scultura, all'architettura, fino ad arrivare alla street art e alla fotografia. Di fatto una grande opera culturale, con la speranza che sia di sprone a vedere queste opere dal vivo.

ScreenShot dal Google Art Project.
Via AdnKronos.

  • shares
  • Mail