Il Litchfiled Park dei Territori del Nord in Australia



I Darwiniani amano il Litchfield National Park, certo per lo spettacolo naturale che offre ai suoi visitatori, ma forse, più importante, perché rappresenta la possibilità di una facile e comoda "scappata fuori città", magari per il fine settimana. Il Litchfield, infatti, si raggiunge con un'ora e mezza d'auto, lungo la Stuart Highway (quella dei Road Train), la mitica Highway che porta a sud, ed anche ad Uluru (con una deviazione a metà strada).

Non solo è facilmente raggiungibile, ma è anche facile da visitare; infatti non occorre essere degli Indiana Jones, per arrivare sotto le tre cascate (Florence, Tolmer e Wangi Falls), per camminare lungo le rapide del Bluey Rockhole, o per scattare una fotografia all'ombra del gigantesco termitaio. Tutti punti di osservazione che si raggiungono con facili e brevi camminate.

C'è un altro motivo per cui i Darwiniani amano così tanto il parco, e si chiama Coccodrillo marino. Si perché i coccodrilli di questa parte del mondo, hanno la pessima abitudine di lasciare i corsi d'acqua dolce, per avventurarsi in mare, per cui fare il bagno al mare diventa difficile, per non dire pericoloso. Meglio allora, tuffarsi nelle acque delle cascate e delle rapide del Litchfiled Park, molto più sicure da questo punto di vista (ma solo durante la dry season).



Le Florence Falls sono forse le più impegnative da raggiungere a piedi (e stiamo parlando di un percorso di 800 metri...); si parcheggia l'auto, magari si fa una piccola sosta nei bagni pubblici (essenziali, siamo in un parco naturale), e poi si sceglie uno dei due percorsi che scendono tra le rocce, fino alla base della cascata, dove è d'obbligo farsi il bagno. Niente paura se ci si è dimenticati l'asciugamano; fa così caldo che in pochi minuti si è di nuovo asciutti. Durante la discesa, provate ad aguzzare la vista, potreste essere fortunati come siamo stati noi, e trovare il timido wallaby delle rocce.


Le Wangi Falls sono le più popolari tra le cascate (e per questo le più affollate), perché qui, oltre a farsi il bagno sotto le cascate, si può partecipare ad uno dei riti più amati dagli Australiani, il BBQ, ovvero il Barbeque. E senza dover neppure sudare per accendere il fuoco, visto che i BBQ installati vicino ai gazebo dove sedersi, utilizzabili gratuitamente, sono alimentati a gas; delle serie, voglio stare comodo!


Alle Tolmer Falls, le più alte delle tre, non ci si può fare il bagno, anche se è presente l'immancabile zona attrezzata per i BBQ. Dopo una breve passeggiata, si arriva su di una piattaforma panoramica, che ad ovest guarda sulla boscaglia (il bush) che si perde nell'orizzonte, ed ad est guarda alla cascata. Ed è per questo, per il suo orientamento, che i fotografi professionisti (quelli veri) scelgono di fare un'alzataccia, per immortalare le cascate con le prime luci del mattino.


Alle Bluey Rockhole, piccole rapide che si raggiungono dopo una "camminata" di un centinaio di metri, ci si viene per fare il bagno, in una delle tante vasche naturali che si formano lungo il breve percorso di queste piccole rapide. E poi tante altre cose (visitate l'ottimo sito in italiano) , tutto quanto facile da vedere, e tutto quanto vicino a Darwin,ma il consiglio è di riposare in prossimità del parco, poco prima dell'entrata, dove si trova il Litchfield tourist & van park, un ottimo posto dove fermarsi, per sorseggiare una birra seduti nel patio di uno dei suoi Bungalow e provare a mangiare le polpettine di Bufalo o i bocconcini di coccodrillo (se poi siete fortunati, chiedete della torta di mango, veramente buona!).

Su Darwin: Destinazione Darwin, Norther Territory, Australia, L'incredibile esperienza del Feathers Sanctuary di Darwin e le foto del viaggio.

  • shares
  • Mail