Dove andare in Primavera, al Parco nazionale dei Monti Sibillini

Il Parco nazionale dei Monti Sibillini, tra Umbria e Marche, per scoprire il meglio degli Appennini centrali.

Il sito web del The Guardian recentemente ha pubblicato un bel articolo sui migliori 10 parchi naturali d'Europa, per una classifica redatta dai suoi lettori, e tra i parchi, tra quelli noti, come il parco dei laghi Plitvice in Croazia, e quelli meno noti, come l'Helvetinjärvi in Finlnandia, c'è anche l'italiano Parco nazionale dei Monti Sibillini, che non saprei bene dove mettere: noto o meno noto che sia comunque si tratta di un bellissimo parco naturale.

Il Parco nazionale dei Monti Sibillini si estende per circa 70 mila ettari tra le regioni Umbria e Marche. Al suo interno, oltre al lupo, al camoscio, al gatto selvatico, allo sparviero e al falcone, nascosti e protetti da boschi e foreste di querce e faggi, si possono ammirare e scoprire molti antichi centri abitati, alcuni con origini preistoriche. Questa zona era infatti un importante punto di passaggio per le popolazioni impegnate nella transumanza, nei pellegrinaggi ed anche nelle guerre.

Il suggerimento è quello di organizzare almeno una settimana di vacanza nel parco, tra trascorrere combinando escursioni a piedi o in bicicletta, immersi in un spettacolare e rigoglioso scenario naturale, dove però non manco le attrattaive rappresentate da alcuni splendidi e sorprendenti borghi medievali, come ad esempio Sarnano e San Ginesio. Ma forse il suggerimento più prezioso è quello di sfruttare la presenza di numerosi rifugi montani o collinari, dove si può gustare cibo genuino e soggiornare a prezzi molto bassi. Molti di questi poi si trovano sulla rotta Grande Anello.

Il Grande Anello dei Sibillini è un percorso escursionistico di circa 120 Km che abbraccia l'intera catena montuosa. Articolato in nove tappe, è completamente segnalato e permette di conoscere, oltre alla molteplicità di paesaggi e bellezze naturali, parte dell'inestimabile patrimonio storico culturale che questo territorio conserva. Per una migliore fruizione del Grande Anello, il Parco ha provveduto alla ristrutturazione di rifugi escursionistici.

castelluccio di norcia
Foto Luigi Alesi.

  • shares
  • Mail