Ancora un crollo a Pompei, cade una colonna della casa di Octavius Quartio

Casa di Octavius Quartio

Ancora un crollo a Pompei, denunciata dopo un sopralluogo dalla soprintendente speciale per i Beni archeologici di Napoli e Pompei; questa volta a crollare è stata una colonna della casa di Octavius Quartio, erroneamente indicata come la casa di Loreio Tiburtino; è caduto uno dei pilastri del pergolato del giardino della casa, forse uno di questi ripresi nella fotografia tratta da Wikimedia Commons.

La sopraintendente ha dichiarato all'Ansa: "I motivi del crollo? c'è un sequestro e si capirà'. Questa area e' stata scavata negli anni '50 da Amedeo Maiuri, poi ha avuto restauri negli anni '80 e da allora più' nulla, i lavori del commissariamento non hanno interessato questa parte. Certo e' il fatto che il primo problema di Pompei resta la messa in sicurezza. Sicuramente il pilastro crollato della giardino nella casa di Loreio Tiburtino e' un elemento isolato, non portante, quindi la sua caduta non ha causato altri danni'' nota la soprintendente"

I crolli; degli ultimi crolli ne abbiamo parlato anche qui su Travelblog, ma Campanotizie ha fatto qualche conto in più, e si scopre che dal 2003 si sono verificati ben 9 crolli, compresa la colonna della cui caduta si è saputo ieri.

105 i milioni finanziati dall'Unione Europea per i lavori di restauro di un'area archeologica che non è solo italiana ma patrimoni dell'umanità, annunciati a novembre di quest'anno. I lavori, annunciati una prima volta per la primavera del 2012, non inizieranno prima di ottobre 2012, per i tempi tecnici necessari per espletare la gara di appalto. Speriamo bene, e che i lavori inizino, altrimenti non ci rimarrà che risotterrare tutta l'area, per preservarla per le future generazioni.

Foto Magistermercator.

  • shares
  • Mail