Spagna: riaperto il ”Caminito del Rey”, il sentiero più pericoloso del mondo

Dopo anni di lavori per la messa in sicurezza ha riaperto il “Caminito del Rey” (Malaga), il sentiero più pericoloso di tutto il mondo

In Spagna, nella provincia di Málaga, sul fiume Guadalhorce c’è il celebre Caminito del Rey, ritenuto il cammino perdonale (lungo circa tre chilometri) più pericoloso del mondo. Proprio per la sua pericolosità e per via dell’alto numero di morti che ci sono state tra il 1990 e il 2000, il Caminito del Rey è stato chiuso per aumentare le misure di sicurezza. Ma è notizia di questi giorni la sua riapertura.

I lavori di ristrutturazione, stabiliti nel 2006, sono stati possibili grazie a un investimento di sei milioni con i quali si è sistemata la strada, aumentando il livello di sicurezza.

La storia del Caminito del Rey risale al 1901 quando iniziarono le opere di questo pericoloso passo. Il nome è dovuto a d Alfonso XIII che lo ha inaugurato nel 1921. Il sentiero serviva per unire i salti idroelettrici del Gaitanejo e del Chorro, permettendo l’accesso e il trasporto del materiale da parte degli operai.

Per poter provare il brivido di percorrere il Caminito del Rey è necessario prenotarsi online, visto che il numero di accessi è limitato per motivi di sicurezza. La durata del percorso è di quattro/cinque ore. L’orario di apertura è dalla 10 alle 14 da novembre a marzo e dalla 10 alle 17 dal 1 aprile al 31 ottobre. La località – a circa 60 chilometri da Malaga – è raggiungibile in treno o in macchina.

Caminito del Rey, Malaga, Spagna

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail