Pasquetta 2015, dove andare: il Parco Archeologico sommerso di Baia

Il Parco Archeologico sommerso di Baia si trova nel comune di Bacoli, provincia di Napoli

Mancano pochi giorni alle vacanze di Pasqua e ancora non avete trovato una meta dove trascorrere il lunedì di Pasquetta? Ecco una "dritta" last minute, rivolta soprattutto agli amanti dell'archeologia, della storia ma soprattutto delle immersioni subacquee.

Stiamo parlando di Bacoli, cittadina nel napoletano che ospita uno dei siti archeologici più affascinanti della zona. Situata sul golfo di Pozzuoli, Bacoli fu fondata  dagli antichi romani e fu la loro meta di villeggiatura estiva, per lo splendido posto in cui si trova. A testimonianza di quegli antichi splendori c'è oggi il Parco Archeologico di Baia a Bacoli, la cui particolarità è quella di essere un sito archeologico sommerso.

Considerata l'Atlantide del periodo romano, Baia ospita numerosi reperti archeologici dell'antica città, mantenuti in ottimo stato sebbene si trovino nelle profondità marine. Statue, botteghe, ville e strade, questo si può scorgere immergendosi alla ricerca della città scomparsa, conosciuta fino all'epoca Repubblicana come una delle cittadine più ricche e rinomata per la qualità delle acque sulfuree. Una città che a causa del bradisismo (periodico abbassamento o alzamento del suolo) sprofondò a 5-8 metri sotto il livello dle mare e lì ancora si trova.

Tra i resti più affascinanti c'è il tempio di Diana, antica struttura termale dalla quale ancora si scorgono affreschi e il Tempio di Mercurio, che in realtà era un Frigidarium. E ancora: la bellissima villa romana detta del Protiro, di cui sono visibili i pavimenti mosaicati di una delle stanze. Essa sorge a 5 metri di profondità dal mare ed è quindi visitabile anche in apnea.

Molti dei resti ritrovati dagli archeologici sono oggi custoditi all'interno del Museo archeologico dei Campi Flegrei, come le statue che decoravano il Ninfeo di Punta Epitaffio, Triclinium con funzione di sala per banchetti risalente all'epoca dell'imperatore Claudio. Nel museo molti ambienti sono stati ricostruiti.

Informazioni su prenotazioni per le immersioni e visite guidate si trovano sul sito ufficiale del Parco archeologico sommerso.

1512681_269599523194692_2019190335_n

Credits | Facebook

  • shares
  • Mail