Nuovamente visitabile il Sepolcro degli Scipioni a Roma

Entrata al sepolcro degli Scipioni

L'elmo di Scipio, non è un caso che i patrioti che fecero l'Italia decisero di indossare l'elmo di Publio Cornelio Scipione, e non quello di altri che fecero la grandezza di un impero. Perché è con l'Africano che la Repubblica Romana raggiunge il massimo splendore, perchè era l'idea repubblicana quella che anche colui che aveva sconfitto uno dei più grandi condottieri di sempre, Annibale, terminato l'imperio, tornasse ad essere uno dei tanti. Una grande famiglia romana, uno dei più grandi generali che Roma abbia mai avuto.

Sabato 17 e domenica 18 dicembre apertura eccezionale del Sepolcro degli Scipioni, sull'Appia Antica (vicino a Porta San Sebastiano), con entrata gratuita e prenotazione obbligatoria allo 060608 del Comune di Roma. Poi dal 2012 (ma forse ci saranno altre aperture straordinarie sotto Natale) il sepolcro sarà visitabile tutti i sabati, dalle 9,30 alle 12,30, sempre su prenotazione.

Sarcofagi illustri, ad iniziare dal III secolo avanti Cristo (anche se quello più vecchio di Scipione Barbato è una copia dell'originale custodito in Vaticano), ma anche i resti di una villa romana, di un colombario, ora di nuovo accessibili al pubblico dopo 19 anni di restauro.

Foto pippo-b.

  • shares
  • Mail