Paesi fantasma: Leri Cavour, il borgo di Camillo Benso

Toiano in Toscana, Roghudi Vecchio in Calabria, Craco in Basilicata e Leri Cavour, paesi fantasma d'Italia da salvare.

Napoleone III, Vittorio Emanuele II, Gariabaldi, e Camillo Benso il conte di Cavour, i principali protagonisti di una Storia dove per la prima volta si affacciavano, consapevoli, anche le grandi masse, composte da noi, persone normali. Coscienti dell'importanza di conoscere e preservare la nostra storia e le nostre radici, siamo stranamente abulici, quando si tratta di ricordare e conservare il nostro Risorgimento, Garibaldi ed epopea dei Mille a parte. Eppure si tratta di un periodo di grandi speranze, di alti ideali, di dibattiti morali e di alta politica, come forse non se ne sono più visti in Italia. Un periodo storico del nostro Paese, da riscoprire e da rivalutare, che invece sta finendo nell'oblio.

Come nell'oblio è finito Leri Cavour, un tempo possedimento di 900 ettari della famiglia Benso, e quindi anche di Camillo cone di Cavour. Per secoli terra di agricoltori, vide il conte impegnato nei tentativi di introdurvi moderni e più efficienti sistemi di produzione del riso.

Abitato fino al 1961 quando fu totalmente abbandonato, per decenni la frazione vide le sole visite dei tecnici dell'Enel, che vi abitarono anche per qualche anno. Definitivamente abbandonato, in tempi più recenti ha ricevuto visite unicamente da balordi che hanno pensato bene solo a produrre danni, anche a dispetto dei tentativi di murarne gli accessi.

Nonostante i molti tentativi per preservare il sito, vuoi come testimonianza della civiltà agricola di queste terre, vuoi come testimonianza storica di uno dei fondatori d'Italia, Leri Cavour è passata attraverso i festeggiamenti per i 150 anni dell'unità d'Italia indenne: cioè, abbandonata e degradata.

C'è voluto un regalo dell'Enel, per dotare il paese di telecamere di sorveglianza che vigilano all’ingresso dell’antico borgo voluto dal conte Camillo Benso. Nella speranza che gli stupidi vandali decidano di emigrare altrove, la speranza è che almeno uno dei tanti progetti di recupero vada in porto, e riporti in vita Leri Cavour.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Foto Marco Plassio.

  • shares
  • Mail