Vacanze al caldo in inverno: Goa

Un'altra meta ideale per una fuga esotica in questo periodo dell'anno, dove potrete abbinare il fascino delle spiagge a quello dei monumenti locali.

Fuori un freddo inverno vi assedia ed è tempo di pensare a come spezzare la rigida morsa invernale che attanaglia corpo e mente. Un'evasione fisica e psicologica che può essere sicuramente agevolata dalla scelta di una meta calda, esotica e anche evocativa di trasgressione e scoperta di luoghi molto lontani.

Approdiamo allora in India, nell'Oriente pieno e misterioso. Più precisamente sulla costa occidentale del continente indiano, da dove lo sguardo non scorge altro che l'orizzonte apparentemente senza fine del Mare Arabico. Lo stato in questione è il più piccolo dell'India e si chiama Goa.

Al suo attivo turistico vanta oltre 100 chilometri di spiagge, arenili e coste che hanno visto attraccare migliaia di bastimenti portoghesi, dato che qui l'impero aveva una delle sue basi coloniali più importanti. Lo Stato è suddiviso in tre distretti: a nord troviamo Panjim ed Old Goa, l’antica capitale portoghese; al centro la città di Ponda, le cascate di Dudhasagar, le risaie, le piantagioni di spezie e di the; al sud troverete le spiagge di Colva e Benaulim e le celebri località di Varca e Palolem.

Molto spesso gli arenili hanno il nome del villaggio dei pescatori più prossimo, piccoli agglomerati in cui però abbondano alberghi più o meno accoglienti, ristoranti e locali, tutto il necessario insomma per rendere una vacanza piacevole e divertente. Ma per fare in modo che resti tale è consigliabile seguire le indicazioni del nostro Ministero degli Esteri, che tramite Viaggiare sicuri ci ricorda che in quella zona "si sono registrati diversi episodi di violenza a sfondo sessuale contro le donne" e che “sono sempre più frequenti le segnalazioni di reati ed episodi di violenza connessi con lo spaccio e l'uso di sostanze stupefacenti”. Viaggiatore avvisato...

Tornando alla parte divertente del viaggio, va ricordato che in alcune città di Goa ci sono coloratissimi e intriganti mercatini, dove scoprire l'essenza più vera di questa zona dell'india. Ed anche l'esplorazione dell'entroterra, sempre adottando le necessarie cautele, può riservare piacevoli sorprese, come antichi monumenti (le Chiese e i Conventi di Goa sono Patrimonio dell'umanità Unesco), vallate lussureggianti, zone umide costiere ricchissime di uccelli e, perché no, anche casinò dove tentare la fortuna.

Arambolbeach

Foto - Uri Baruchin

  • shares
  • Mail