Vaccinazioni per viaggi all'estero

Quali sono le vaccinazioni utili da fare per i viaggi all'estero? Andiamo a vedere le principali, fermo restando che bisognerebbe sempre valutare paese per paese cosa viene consigliato.

Vaccinazioni per viaggi all'estero - Quando si decide di fare un viaggio all'estero, bisognerebbe sempre indagare prima su quali vaccinazioni sono obbligatorie e quali sono consigliate nel paese che stiamo andando a visitare. Se è vero che non ci sono grossi problemi per i paesi europei, diciamo che per i paesi extra-europei dobbiamo fare più attenzione. Questo semplicemente perché al di là dei confini dell'Italia e dell'Europa ci sono malattie che qui da noi non esistono, ma che là sono ben presenti. Le vaccinazioni sono un modo per prevenire determinate malattie che potrebbero essere contratte durante i viaggi. Molte di queste malattie sono estremamente pericolose e mortali, per cui vale la pena di fare attenzione. Va bene ricordarsi di mettere in valigia il costume da bagno, ma dobbiamo pensare prima di tutto alla nostra sicurezza.

Vaccinazioni per viaggi all'estero: le principali


Vaccinazioni

Dunque, prima di mettervi in viaggio assicuratevi di essere in regola con le vaccinazioni che vengono consigliate già qui in Italia. Parliamo di difterite, tetano, pertosse, poliomelite, pneumococco, meingococco, epatite B, Haemophilus influenzare, morbillo, rosolia, varicella e parotite. Ovvio che non avrete tutte questa vaccinazioni, alcune sì e altre no, ma informatevi prima se nel paese dove andate siano richieste o se ci siano epidemie in atto. Un esempio: se andate in un paese in cui c'è un'epidemia di morbillo e voi o non lo avete fatto o non siete vaccinati, onde evitare il caso di contagiarvi, valutate se fare il vaccino. Se avete già fatto morbillo, pertosse, varicella, rosolia o parotite non avete ovviamente bisogno di rivaccinarvi. Valutate anche se fare il vaccino contro l'influenza se viaggiate nei periodi a rischio.

Poi ci sono vaccinazioni obbligatorie o consigliate da fare a seconda del paese che visiterete, dovete informarvi prima per mettere in atto un programma vaccinale che vi consenta di viaggiare in tutta sicurezza: abbiamo epatite A, febbre tifoide, colera, rabbia, febbre gialla, meningite meningococcica, encefalite da zecche e encefalite giapponese. Nel caso di alcune di questa vaccinazioni, alcuni paesi potrebbero richiedere un'apposita certificazione (di solito per febbre gialla, poliomelite e meningite), quindi occhio a farvela rilasciare e a metterla in valigia. Se parliamo poi di malaria, ricordatevi anche di fare la profilassi preventiva se andate in una zona endemica. E ricordatevi anche di valutare focolai di epidemie di malattie non presenti normalmente.

Vediamo adesso dove sono utili questi vaccini:


  • tetano + difterite: consigliato ovunque
  • poliomelite: in Italia dovremmo essere praticamente tutti vaccinati; consigliato in Afghanistan, India, Pakistan e Nigeria
  • epatite A: utile in Asia, Africa, Centro e Sud America
  • epatite B: utile in Asia, Africa, Centro e Sud America
  • febbre tifoide: utile in Asia, Africa, Centro e Sud America
  • colera: utile in Africa e Asia
  • febbre gialla: utile in Centro Africa e Sud America
  • meningite meningococcica: utile in Centro Africa

  • morbillo, parotite e rosolia: utile sempre e comunque (a meno che non le abbiate già fatte)
  • rabbia: utile in Africa, Asia e America
  • TBE (encefalite da zecche): utile nelle zone endemiche in Europa e Asia

Via | Salute.Gov (Ministero della Salute)

Foto | Cynthia Raulstone

  • shares
  • Mail