La vita a Roma antica, grazie agli scavi di Ostia Antica

Metti una domenica a fare una passeggiata agli scavi di Ostia Antica.

Ieri a Roma era una bella giornata di sole, era la prima domenica del mese, l'entrata nei siti archeologici e nei musei statali era gratuita, allora perché non approfittarne e fare una bella passeggiata al sito archeologico degli scavi di Ostia Antica? Anche perché (e qui faccio outing) si trattava di una di quelle visite, sempre programmate e mai fatte (tanto sta lì, mica scappano ...).

Attese rispettate in pieno; una bellissima giornata in famiglia, anche se poi le ragazze andavano stimolate un pochino (sono stanca, l'ho studiato a scuola, ho sete ...), una bellissima e lunga passeggiata tra i resti di Ostia, e con i soldi risparmiati per i biglietti, c'è scappato anche la pizza domenicale (a Ostia Lido nella gradevolissima zona pedonale di piazza Anco Marzio).


Cosa mi è piaciuto
: il teatro sicuramente, il decumano massimo che corre tra pini e resti archeologici, il grande mosaico di Nettuno, il Capitolium, e la bottega del "take-away" dell'epoca (non mi ricordo più come si chiamava in latino), nei pressi del foro. La sorpresa; le dimensioni degli edifici, che da un'idea molto realistica, di come potesse essere vivere in un'antica città romana. Oltre all'estensione del sito archeologico stesso.

Una ricostruzione di Ostia

Cosa è mancato: la visita al museo e alla case decorate (su prenotazione), ma le possiamo sempre fare un'altra volta.

Cosa non mi è piaciuto: il sito internet ufficiale, praticamente inutile se si cercano informazioni sui reperti del sito archeologico. Per fortuna c'è il web, ed alcuni siti veramente fatti bene (oltre alla solita wikipedia, io vi segnalo ostiantica.net). I bagni, vicino il piccolo bar; troppo pochi e non presidiati per le pulizie, necessarie quando c'è così tanta gente.

Consigli pratici; arrivare prima delle 9:30, per trovare facilmente parcheggio, portare acqua, un cappellino quando il sole "picchia", scarpe comode perché non è semplice camminare tra i lastroni di basalto. Passeggini per bambini, solo quelli tipo "escursionisti". Iniziate la visita dal Foro, per non arrivare stanchi alla zona monumentale di Ostia Antica, imho la parte più interessante. Il teatro lasciatelo alla fine, sulla strada del ritorno, come anche per la zona dei sepolcri, appena fuori le mura.

Buona la presenza di cartelloni esplicativi, ma se avete un tablet con voi, potete approfittare di un'ottima connessione per ricercare info di dettaglio e mappe. Arrivate avendo letto un minimo della storia di Ostia e degli scavi; vi sorprenderà quanto vi sarà facile immaginare la vie brulicare di marinai provenienti da tutte le città dell'impero, e il pigro frangersi delle onde, vicino alla villa patrizia in riva al mare (che ora dista tre chilometri da Ostia Antica).

  • shares
  • Mail