Storia dell'Oktoberfest, origini e tradizioni

Siete tutti pronti per l'Oktoberfest? Ma oltre ai fiumi di birra, che ne dite di andare a scoprire qualcosa di più sulla storia e le origini dell'Oktoberfest?

Se dico Oktoberfest, cosa vi viene in mente? Beh, la birra, il divertimento, la birra, le parate, la birra, gli eventi per strada, la birra, le salsicce, la birra e via dicendo. Tuttavia c'è una storia nascosta dietro la nascita dell'Oktoberfest che non molti conoscono... o che magari dimenticano dopo i litri di birra bevuti in stile Hobbit, quindi ecco che oggi andremo a parlare della storia e delle origini dell'Oktoberfest. L'Oktoberfest è un festival popolare che si tiene ogni anno a Monaco di Baviera, in Germania: tradizionalmente si tiene durante gli ultimi due fine settimana di settembre e il primo di novembre, quindi quest'anno va dal 20 settembre al 5 ottobre, l'anno prossimo invece sarà dal 19 settembre al 4 ottobre 2015.

Storia e origini dell'Oktoberfest...


Oktoberfest

Le tradizioni dell'Oktoberfest


... è un po' che non nomino la parola birra, vero? L'Oktoberfest è l'evento più famoso di Monaco di Baviera, una fiera grandissima con circa sei milioni di visitatori l'anno con un consumo medio di boccali di birra che si aggira sui 7.5 milioni di boccali. In realtà altre città del mondo hanno i propri Oktoberfest, ma quando si parla dell'Oktoberfest si parla di quello di Monaco di Baviera.

L'Oktoberfest si tiene nell'area di Theresienwiese: qui per l'occasione viene allestito un vero e proprio luna park e vengono montati gli stand, noti come Festzelte dove verranno servite le sei marche di birra di Monaco di Baviera, ovvero Paulaner, Spaten, Hofbräu, Hacker-Pschorr, Augustiner e Löwenbräu. Pensate che ciascuno dei 14 stand più grandi possono ospitare tranquillamente 5.000-10.000 persone; ogni stand, poi, ha un palco centrale nel quale si esibiscano gruppi musicali tradizionali.

In generale l'Oktoberfest inizia con la cerimonia dello stappo della prima botte, la quale viene trasmessa in diretta in Eurovisione insieme alla processione che accompagna l'intero procedimento. La birra che viene servita, come dicevamo, viene prodotta dai sei grandi birrifici, gli unici autorizzati a proporre la birra durante l'Oktoberfest: la birra in questione si chiama marzen, è un po' più scura e forte, sia dal punto di vista del gusto che del tasso alcolico.

Per quanto riguarda la cerimonia di apertura, ecco che il sindaco di Monaco deve spillare la prima birra. Per fare ciò deve inserire nella botte inaugurale il rubinetto a furia di martellate. Appena riesce nell'intento pronuncia la frase: "O'Zapft is!" (E' stappata!) e comincia la festa. Oltre alla birra, i visitatori si riempiono la pancia anche da cibi tipici locali, come la salsiccia, il pollo noto come Hendl e il Sauerkraut. Una curiosità: chi c'è stato mi ha detto che ti siedi al tavolo, bevi litri di birra e mangi tonnellate di cibo. A causa di tutta la birra bevuta tocca servirsi dei bagni molto spesso e qui arriva la cosa curiosa, ovvero il fatto che ogni volta che vai in bagno incontri sempre le stesse persone della volta precedente in quanto diciamo che la frequenza con cui bisogna usufruire dei servizi igienici è più o meno la stessa per tutti.

Ma da dove origina l'Oktoberfest? La prima edizione si tenne dal 12 al 17 ottobre 1810 a Monaco. In realtà fu una corsa di cavalli, organizzata per il matrimonio fra il principe Ludovico di Baviera e la principessa Teresa di Sassonia-Hildburghausen. La festa fu un grande successo e si decise di ripeterla ogni anno, aggiungendo di volta in volta un pezzo: una fiera agricola, danze e balli popolari, la musica e un luna park che di edizione in edizione è cresciuto sempre di più. In realtà nel corso degli anni l'Oktoberfest è stato annullato ben ventiquattro volte, per esempio durante le due Guerre Mondiali, a causa di epidemie o per l'inflazione. Altra particolarità è che le edizioni a seguito delle due Guerre Mondiali furono decisamente più sobrie, mentre le corse dei cavalli scomparvero dopo l'edizione del 1960.

Ricordiamo come il 26 settembre 1980 una bomba venne fatta esplodere da un neonazista, uccidendo e ferendo diversi visitatori, mentre nel 2007 venne bandito il fumo dagli stand, cosa che fece imbufalire i fumatori e gli organizzatori dell'Oktoberfest in quanto un'altra tradizione imponeva un massiccio uso di sigari, pipe e foglie di tabacco arrotolate. Insomma, una festa per veri e proprio Hobbit, no?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail