Attenti alle biciclette, quando passeggiate a Central Park a New York

Dopo l'incidente mortale provocato da un ciclista, cresce la polemica tra pedoni e ciclisti a Manhattan.

La notizia dell'incidente, che dopo qualche giorno, ha portato alla morte di una turista americana in visita a New York.

Central Park è grande, molto grande. 10 minuti non bastano, come non basta una mezz'oretta. Central Park è tanti parchi insieme (ci sono anche i campi gioco per i bambini), per cui, se non ci organizza, concentrandosi su quello che realmente si desidera vedere, si corre il rischio di rimanere delusi. Central Park cambia pelle nel corso dell'anno. Iperattiva in primavera, sonnolenta in estate, romantica in autunno, "pensierosa" in inverno.

Central Park attira gente da tutta la città e da tutto il mondo, ognuno con aspettative ed interessi diversi. Central Park però può essere anche pericolosa, anche la domenica, anche se si sta semplicemente passeggiando, confusi tra la folla. E la settimana scorsa una donna di 58 anni, una turista statunitense, è morta per le ferite riportate dopo essere stata colpita violentemente da un ciclista. E non è l'unico caso del genere.

Certamente colpa della folla che si ritrova in questo straordinario, e per certi versi, poco conosciuto parco urbano; folla di pedoni, folla di ciclisti, che nei week-end, si sfogano lungo le strade di Central Park chiuse al traffico automobilistico (dalle 7 del mattino del venerdì alle 7 del mattino del lunedì).

Ma tanta voglia di sport e attività all'aria aperta, porta anche a comportamenti pericolosi, come ciclisti che driblano veloci i passanti, o non rispettano i semafori pedonali all'interno del parco. La donna è stata colpita violentemente da un uomo di 31 anni in bicicletta, che non l'ha vista, perché impegnato a scartare un altro pedone.

E non è solo un problema di educazione stradale, ma anche di semplice educazione personale, con i pedoni che si lamentano sempre più dei comportamenti maleducati dei ciclisti: ""Sono orribili. Urlano oscenità ai turisti che hanno appena messo un piede in mezzo alla strada. Si comportano come una banda."

Eppure le regole ci sono: i ciclisti sotto i 14 anni occorre indossare il casco, devono procedere in senso anti-orario, non possono percorrere i sentieri riservati ai pedoni, devono sempre dare la precedenza ai pedoni, devono utilizzare solo la metà esterna della corsia della strada. Inutile dire che la polizia ha aumentato i controlli nei week-end a Central Park.

passeggiando a central park

Foto Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail