L'affollata ascesa all'Half Dome dello Yosemite Park in California

L'Half Dome dello Yosemite Park in California, 2.694 metri di puro granito, per vista panoramica da mozzare il fiato.

L'Half Dome e u suonatore di cornamusa scozzese!

Proviamo ad immaginarci un abitante di San Francisco, un gruppo di studenti di una qualsiasi città della baia, ma perché no, anche una coppia della più lontana, e congestionata dal traffico, Los Angeles. Scappo via dalla città per un rilassante week end nella natura; che c'è di meglio dello Yosemite Park? E poi quando arrivo, vestito di tutto punto, allenato il giusto per l'agognata ascensione, ecco che mi devo mettere in fila per salire.

Scherzi a parte, l'ascensione all'Half Dome vale, sia per la bellezza dell'escursione, ben 1.444 metri di sviluppo verticale, sia per la vista panoramica a 360°, davvero mozzafiato, di cui si può godere una volta raggiunta la cima di quest'imponente roccia di granito, che si trova all'interno dello Yosemite in California.

La salita si affronta lungo la Half Dome Cable Route, che è diventata così popolare, che nei fine settimana si sono registrati punte massime di 1.000 escursionisti in un solo giorno, tutti impegnati a salire lungo il percorso. Un affollamento pericoloso, che ha costretto le autorità che gestiscono il parco, a richiedere un permesso (una sorta di prenotazione per un massimo di 400 persone) per gli escursionisti del week-end (da venerdì alla domenica).

I numeri: l'Half Dome (la semi-cupola) è alta 2.694 metri, la salita dal fondovalle è lunga 13 chilometri, che si possono percorrere anche in un giorno, se allenati; comunque i più scelgono di campeggiare nella Little Yosemite Valley, proprio sotto la cima. Il dislivello complessivo è di 1.460 metri, e gli ultimi 400 metri sono assistiti da cavi, che però d'inverno vengono rimossi. Roccia bagnata e fulmini i maggiori pericoli per gli escursionisti.


Foto Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail