Riapre l'ospedale di Ellis Island a New York

Dopo 60 anni riapre l'Ospedale di Ellis Island a New York.

Per la prima volta dopo 60 anni, da quando la struttura fu chiusa, i visitatori di Ellis Island potranno visitare l'ospedale dell'isola (a sinistra nella fotografia), che al 1892 al 1954 è stato il principale punto d'ingresso per gli immigrati che sbarcavano negli States. A partire dal prossimo mese di ottobre.

Un enorme complesso composto da 30 edifici, comprese le residenze del personale e una camera mortuaria, l'ospedale era utilizzato per i controlli medici per le malattie infettive cui gli immigrati si dovevano sottoporre per entrare nel paese. Chiuso nel 1954, grazie all'impegno del gruppo no-profit Save Ellis Island, e in collaborazione con il National Parks Service, la struttura sarà aperta al pubblico, che potrà visitarla a gruppi di 10 visitatori alla volta.

In precedenza, gli edifici del complesso ospedaliero erano chiusi alle visite perché considerati troppo fatiscenti e pericolosi. Dopo il restauro, per altro parziale, i tour potranno fare 18 fermate in tutto il campus medico e consentire agli ospiti di conoscere un altro lato della storia americana. Secondo il gruppo no-profit circa il 10% dei 12 milioni di immigrati che hanno sono passati per Ellis Island era troppo malato per entrare nel paese.

E' stata realizzata anche una mostra fotografica che comprende diversi ritratti a grandezza naturale degli immigrati, per rendere ancora più reale il contesto degli spazi ospedalieri. I prezzi dei biglietti non sono ancora stati annunciati, ma saranno disponibili per l'acquisto sul sito Save Ellis Island dal 25 settembre. Il ricavato delle vendite andrà verso l'ulteriore risanamento del complesso. Qui tutte le informazioni pratiche per visitare Ellis Island.

Ellis Island

Foto Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail