La Rheinturm di Düsseldorf, il più grande orologio del mondo

La Rheinturm di Düsseldorf, il più grande orologio del mondo

Completata nel 1981, quindi oltre 30 anni fa, la Rheinturm di Düsseldorf (ovvero la Torre del Reno, lo storico fiume delle Germania, che "inizia" con le spettacolari cascate di Sciaffusa in Svizzera) è una monolitica torre che si staglia sul profilo della città, che oltre ad un evidente utilizzo pratico per le trasmissioni TV, radio ed altro, ha un suo lato ludico.

La punta della Torre si trova a circa 240 metri, mentre l'ultimo piano praticabile (almeno per le persone normali) si trova a soli 174 metri. Come è facilmente intuibile, la torre dispone di un piano per l'osservazione, che offre una splendida vista panoramica di Düsseldorf, 600.000 abitanti a soli 40 chilometri dalla splendida cattedrale di Colonia. L'Observation deck è aperto tutti i giorni dalle 10 del mattino, fino alle 11:30 della sera.

La torre ospita anche un bar, il M168" che si vanta di essere il bar più alto di tutta la Germania, e un ristorante da 180 posti, che ruota sul proprio asse, ma in direzioni opposte il mattino e il pomeriggio, rispetto la sera. Curiosità: per motivi di spazio, la cucina si trova nel seminterrato della base della torre ed è collegata al ristorante tramite un ascensore dedicato.

Ma la Rheinturm di Düsseldorf non può vantarsi di essere l'edificio più alto della Germania, titolo che spetta alla torre della TV di Berlino (368 metri di altezza). Può però vantarsi di essere il più grande orologio digitale del mondo; a patto però di saperlo leggere.

Infatti il "fusto" della Torre è diviso in tre parti da due anelli di luci rosse, con la sezione superiore a contare le ore, la sezione centrale a contare i minuti, e il livello più basso a contare i secondi. Non cercate però dei numeri, ma solo dei punti di luce da contare (come anche si vede nell'ultima fotografia del post). Per certo, la sesta attrazione della città.

La Rheinturm  di Düsseldorf in Germania

La Rheinturm  di Düsseldorf 2


Foto Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail