L'aeroporto di Helsinki, tra yoga e Grande Fratello

Lo scalo finlandese ha aperto uno yoga center per assecondare i gusti dei suoi viaggiatori. Contemporaneamente però è previsto un sistema di videosorveglianza che cattura il sistema wi-fi del proprio cellulare in tutto l'aeroporto

Fare yoga in aeroporto, ad Helsinki si può. Da qualche tempo infatti lo scalo finlandese si è dotato di uno spazio Yoga Gate, operativo H24, per assecondare le esigenze "spirituali" dei suoi viaggiatori.
Il centro, aperto presso il gate 30, sta riscuotendo molto successo tra i passeggeri, che possono trascorrere le ore di attesa del volo rilassandosi, seguendo un corso collettivo oppure esercitandosi per proprio conto.

Chissà, forse lo Yoga Gate è stato aperto in previsione dello "stress da spiati" che molti passeggeri potrebbero provare in seguito alla scelta del grande occhio che li vigilerà all'interno dell'aeroporto.
Il progetto, previsto per fine anno, consiste in un sistema di tracciamento che identifica in tempo reale gli spostamenti attraverso i telefoni cellulari e gli smartphone registrati nella rete wifi. Scopo del progetto? Controllare in maniera efficace ed efficiente lo scalo e migliorare il servizio di videosorveglianza.

Certo, prima di accedere al sistema di connessione senza fili i passeggeri saranno informati del nuovo sistema di monitoraggio. Non solo: le condizioni di utilizzo prevedono, oltre alle informazioni sui voli, anche la possibilità di ricevere offerte commerciali.
I numeri identificativi dei cellulari saranno raccolti da 150 pseudo router posizionati in tutto l'aeroporto.
L'idea non è piaciuta a numerosi gruppi  per le libertà civili che contestano la palese violazione del diritto alla protezione dei dati personali. Al momento la soluzione più semplice per evitare il Grande Fratello è semplice: spegnete il wi-fi.

Aeroporto sala aspetto

  • shares
  • Mail