I 10 oggetti più requisiti in aeroporto

Che ne dite se oggi andiamo a vedere quali siano stati i dieci oggetti più requisiti in aeroporto? Anzi, al London City Airport.

Confesso tutto, è capitato pure a me. Del tutto accidentalmente, si intende, ma in effetti ogni tanto quando vai a fare qualche viaggio ti capita di mettere in valigia cose che in teoria non dovrebbero starci. Ma andiamo con ordine. Il London City Airport ha deciso di stilare una bizzarra classifica relativa agli oggetti maggiormente requisiti nell'aeroporto. Questi oggetti sono stati requisiti dai bagagli a mano dei passeggeri, non dalle valigie, quindi tutto adesso sta nel ricordarmi se l'oggetto in pole position lo avessi messo nel bagaglio a mano o in valigia, proprio non ricordo.

10 oggetti requisiti in aeroporto: la classifica


Marmellata requisita

A causa del grande numero di oggetti requisiti, il London City Airport si è visto costretto a pubblicare dei promemoria per ricordare ai passeggeri che nessun oggetto contenente liquidi oltre i 100 millilitri può essere trasportato nel bagaglio a mano, non importa quanto sia carino il contenitore o quanta sete abbiate. Si possono trasportare solamente contenitori con liquidi inferiori ai 100 millilitri e contenuti in bustine di plastica.

Declan Collier, il CEO del London City Airport, ha dichiarato sconcertato: "E' stata una sorpresa scoprire che uno dei souvenir tra i più classici sia ancora così popolare, soprattutto di ritorno da un viaggio a Londra. Il fatto veramente curioso è che due terzi dei nostri passeggeri sono viaggiatori d’affari che guadagnano in media più di 100mila sterline l’anno. Probabilmente non hanno avuto abbastanza tempo per fare un salto da Harrods dopo una riunione che è andata per le lunghe".

Il consiglio dell'aeroporto è semplice: se si decide di imbarcare souvenir contenenti liquidi, bisogna metterli nella valigia che andrà nella stiva, non nel bagaglio a mano, non importa in che aeroporto vi troviate o a quale liquido facciate riferimento. Io aggiungerei una cosa: se però quando arrivo a casa scopro che il suddetto contenitore contenente liquido è rotto e ha sparso il contenuto ovunque perché gli addetti ai bagagli hanno usato le mie valigie per allenarsi al lancio del peso, io mi arrabbio assai.

Nella top ten degli oggetti più requisiti al London City Airport in pole position figura la marmellata e le conserve in generale: confesso, ce l'avevo pure io, ma forse l'ho messo in valigia, non nel bagaglio a mano... forse. Al secondo posto spiccano le palle di vetro con neve, riconfesso: questa ce l'aveva mia sorella in valigia, ok, siamo una famiglia di fuorilegge; questo oltretutto spiega il commento sui ricchi uomini d'affare che come souvenir comprano palle di vetro con neve piuttosto che andare da Harrods. Al terzo posto troviamo il vino, quello non ce l'avevo né io né mia sorella in valigia, ce l'aveva la nostra amica. Che viaggiatrici indegne.

Scendiamo ora dal podio. Al quarto posto spunta fuori la Vodka, mentre al quinto troviamo diverse lozioni corpo e creme per le mani, vanno incluse anche loro nell'elenco di cose da non portare nel bagaglio a mano. Al sesto posto abbiamo il Whiskey, regalo classico, mentre al settimo posto spuntano fuori le racchette da tennis. Settima posizione per le forbici, quelle che ho in borsa io di solito passano e mi ridono anche dietro quando le provano ai vari controlli, non potrebbero uccidere neanche una formica.

In ottava posizione abbiamo i palloni da calcio (perché? La stessa domanda vale per le racchette da tennis), mentre al decimo posto lo Champagne. E abbiamo anche un undicesimo posto bonus, non si poteva non metterlo, visto che si tratta di manette... e non voglio sapere perché stavano nel bagaglio a mano.

Ma ecco la top ten completa:


  1. Marmellate e conserve
  2. Palle di vetro con neve
  3. Vino
  4. Vodka
  5. Lozione corpo/crema per le mani
  6. Whiskey


  7. Racchette da tennis
  8. Forbici
  9. Palloni da calcio
  10. Champagne

  11. Manette

Foto | Axelhartmann

  • shares
  • Mail