5 modi per fare conoscenze quando si viaggia da soli

Come fare conoscenze quando viaggiamo da soli. Qualche consiglio.

C'è chi viaggia da solo per scelta, come Daniele (autore del video), che organizza un viaggio in solitaria tra le città della Tunisia, e c'è chi adora viaggiare, ma è stata mollata all'ultimo momento dall'amica, che si è appena fatta il ragazzo, e decide di andare in vacanza con lui. Niente paura, c'è sempre il modo di fare amicizia viaggiando. Ecco alcune piccole idee, per rompere il ghiaccio, quando si viaggia in solitaria.

1. Portare un mazzo di carte in viaggio.
"Ehi, hai mai giocato a Briscola?" Può sembrare banale, ma non c'è niente di più socializzante che un mazzo di carte e diverse persone riunite insieme, che si conoscono a malapena tra di loro. Meglio poi se di paesi diversi, così potremmo insegnare loro a giocare a briscola, farla da padrone spiegando il significato del nostro gesticolare, chiedere perché quel signore si è arrabbiato tanto, e scoprire che anche in Turchia hanno un gioco simile. E tra una spiegazione e l'altra, avviare una conversazione più personale, diventa molto più facile.

2. Tutti amano il cibo, quindi perché non cucinare insieme?
"Ehi, cosa stai facendo per cena stasera? Sto aspettando un gruppo di amici per dividere la spesa e cucinare insieme. Perché non portate qualche birra, e vi unite a noi?". Location tipica per questo genere di approccio, campeggi ed ostelli, anche se poi magari si decide che e meglio uscire tutti insieme, e farsi una pizza. Argomento cibo ovviamente, dove noi italiani in contesi multi-culturali siamo favoriti, perché state sicuri che qualcuno vi chiederà come si cucina la pasta zucchine e gamberetti.

3. Chiedere indicazioni o suggerimenti su cosa vedere o cosa fare.
"Scusami, sono appena arrivata in città. Mi puoi dare qualche suggerimento su cosa c'è da vedere? Se poi mi dici anche dove andare a mangiare qualcosa di buono, sarebbe il massimo."
Tante le varianti, dal "Ehi qual è il posto migliore per scattare fotografie di viaggio?", al "Dove si può sentire della buona musica?" al "Sai dove si può fare dello jogging in santa pace?", al più sfacciato, "Ti dispiace scattare una foto? Io non voglio fare un selfie! ". Anche chiedere indicazioni sui mezzi di trasporto, "Come faccio ad arrivare...?", funziona molto; può finire che vi accompagnino.

4. Buttare giù la verità: non conosco nessuno e sto cercando compagnia.
"Com'è che vi conoscete voi?" "Da dove vieni?", è una ottima introduzione alla vostra presentazione: "Sono Mario e sto viaggiando da solo. È un po' pazzo lo so, ma non ho paura, e a me piace viaggiare e conoscere persone diverse. Che ne dite se mi unisco a voi per arrivare in città?". Soprattutto tra viaggiatori, c'è una sorta di comprensione, maggiore attenzione per i viaggiatori in solitaria. Facile aggregarsi ad un gruppo di viaggiatori.

5. Preparare l'arrivo con i Social Network.
"Ehi, qualcuno ha un amico, un conoscente a a Barcellona? Sarò lì dal 10 al 16 settembre e mi piacerebbe alcuni suggerimenti!"; che cosa abbiamo da perdere a buttare giù un post del genere su Facebook? Magari qualcuno dei nostri contatti su FB ha la dritta giusta, un contatto sicuro in città, un posto che è meglio evitare. Per non parlare poi dei Social Network specializzati in viaggi, come il couchsurfing.

Via Travel-Breal.com.

Travel Selfie

Foto Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail