La Cina della dinastia Han in mostra a Roma

I reperti delle leggendarie tombe di Mawangdui in mostra a Roma.

Il corpo della nobildonna cinese Xin Zhui al museo di Hunan.

Aperta ieri a Roma la mostra che espone i reperti ritrovati negli scavi delle tombe di Mawangdui in Cina, normalmente esposti nel Museo provinciale dello Hunan. Reperti che testimoniano lo splendore della vita durante il governo della dinastia Han, che ha governato in Cina dal 206 a.C. al 226 d.C. .

La dinastia Han è stata una delle più importanti dinastie imperiali che governarono in Cina. Durante gli oltre quattro secoli di regno, l'influenza della Cina si estese fino in Vietnam, Asia centrale, Mongolia e Corea. E' il periodo in cui il confucianesimo divenne la filosofia ufficiale di stato, l'agricoltura e il commercio prosperarono, e in Cina vivevano oltre 50 milioni di persone, 3 milioni nella sola capitale Chang'an, nello stesso periodo in cui nella Roma imperiale si arrivava al milione e mezzo di abitanti.

La mostra espone 76 pezzi di inestimabile valore, tra cui lacche, manufatti tessili, manoscritti e dipinti su seta (incredibile che si siano conservati anche reperti realizzati in seta), armi, scritti e stendardi. Una mostra che farà comprendere perché la Cina era conosciuta come il "Paese della seta e delle porcellane”.

Ovviamente manca il pezzo forte della campagna di scavi, condotta in Cina tra il 1972 e il 1974, ovvero la salma di una nobildonna cinese dell'epoca, la più antica salma al mondo ritrovata ancora completamente integra, non totalmente disidratata, e con i tessuti non ancora del tutto rigidi. Nel video il reperto conservato all'interno del museo di Hunan.

La mostra, che rimarrà i cartellone fino al 16 febbraio 2015, è stata allestita nelle sale del Refettorio Quattrocentesco di Palazzo Venezia, a Roma. Aperta tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 10 alle 19, con ingresso gratuito.

Vedi anche Roma vuole pedonalizzare il Tridente e piazza di Spagna, La Roma pass card per vedere il meglio dei musei (italiani) di Roma e Diving a Roma si può, nella riserva Marina delle Secche di Torpaterno.

piatto cinese laccato

  • shares
  • Mail