Italiani in difficoltà, e la vacanza sta diventando un lusso

tavolini vuoti

Siamo un paese in difficoltà, e quello che era diventato normale, accessibile a tutti, od ad una gran parte di noi italiani appena 30-40 anni fa, ovvero la vacanza estiva, sta diventando un lusso (non so a voi ma a me la pubblicità della Lancia Ypsilon da sui nervi), accessibile a pochi. E così, dalle vacanze estive che duravano anche un mese, siamo arrivati a micro-vancanze mordi e fuggi, o alla loro rinuncia tout court.

Solo il 20% degli italiani andrà in vacanza, con rincari, in media, di 200 euro a famiglia per trasporto e alloggio. ...Sarà un’estate nera, solo un quinto degli italiani andrà in vacanza e la maggior parte opterà per viaggi brevi e economici....Sei italiani su dieci soggiorneranno al massimo per una settimana, mentre solo l'1% potrà permettersi quasi un mese di relax. Il costo di un traghetto è aumentato del 70%, pari a circa 230 euro di aggravio rispetto allo scorso anno.... Adoc via TravelQuotidiano.

Le prenotazioni su Egitto, Marocco e Tunisia sono scese del 30-50% (nonostante vistosi tagli ai prezzi), Siria e Giappone sono praticamente fermi. ....le defezioni nel Maghreb non sono state totalmente compensate da vendite in altri posti e tutto questo fa sì che gli operatori si trovino in grandissima difficoltà con previsioni per quest'estate di volumi complessivi in calo a doppia cifra, tranne in casi eccezionali. Per luglio e settembre ci sono ancora molti posti liberi per esempio in Puglia e Sardegna. AssoTravel via TravelQuotidiano.

Due più due non fa tre, e se non ci sono soldi, per continuare a pagare le tasse, le bollette, il mutuo o l'affitto, le rate, i libri di scuola, la benzina, le assicurazioni, il mangiare...., devo per forza tagliare il superfluo, anche se bello e desiderato.

Foto | piermario.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: