Un orso grizzly uccide un uomo nel Parco Nazionale dello Yellowstone


Non lasciati ingannare dalle loro espressioni così umane, dalla tenerezza con cui allevano i propri cuccioli, dall'aria annoiata da avventore di bar e da quella giocosa da bambino nel parco giochi, men che mai dalla loro panza da ragioniere; non sono cartoni animati, sono animali in libertà, capaci di rincorrere un bisonte e raggiungerlo, molto pericolosi quando pensano di essere in pericolo, loro, ma soprattutto i loro cuccioli.

Ma questa volta non sembra che si sia trattato di comportamenti imprudenti, quanto di sfortuna, come quella di sorprendere mamma con i due suoi piccoli, mentre si passeggiava lungo il Wapiti Lake trail dello Yellowstone Natonal Park. L'attacco del grizzly è stato fatale per l'uomo; illesa la moglie che lo accompagnava.

L'ultimo caso del genere registrato dai rangers del parco risale al 1986, per cui forse è eccessivo girare armati per difesa nei parchi nazionali, come è possibile negli States dallo scorso anno. I consigli dei rangers sono sempre gli stessi: girare in gruppi di tre o più persone e fare rumore nelle zone più isolate, se poi vi portate uno spray al pepe, male non può fare.

Foto iwona_kellie | Sideonecincy | Carl Chapman | drgriz52 | Patrick Denker | b1ubb | nagillum.

  • shares
  • Mail