Tra 5 anni niente più code ai controlli di sicurezza degli aeroporti?

Controlli all'aeroporto di Denver

La Iata, o se preferite International Air Travel Association, nel suo meeting annuale tenutosi a Singapore ha presentato il suo progetto per snellire, velocizzare e rendere più efficienti i controlli di sicurezza negli aeroporti. Un progetto ambizioso, che si stima potrebbe diventare realtà in cinque anni.

Riassumento in maniera molto breve il tutto, i passeggeri verranno innanzitutto classificati secondo tre livelli di rischio: viaggiatore conosciuto, standard o a rischio. Questa classificazione avverrà in base ai dati biometrici contenuti nei nuovi passaporti elettronici.

Il passeggero, una volta classificato, passerà, semplicemente passeggiando, in uno dei tre tunnel di controllo (uno per ogni livello di rischio) lunghi 5-6 metri, dove verrà controllato con apparecchiature non dissimili da quelle odierne: metal detector, body scanner, e presumibilmente altre tecnologie in corso di sviluppo.

Dico presumibilmente perchè al momento il dibattito è aperto proprio sulle tecnologie da adottare, visto che con quelle attualmente in uso non sarebbe possibile far semplicemente camminare il passeggero lungo il tunnel, ma bisognerebbe farlo fermare e controllarlo minuziosamente, in altre parole fare quello che succede già oggi...

Foto | oddharmonic

  • shares
  • Mail