Stati Uniti: le 5 migliori spiagge di ghiaia e sassi

Vi siete mai chiesti quali siano le migliori spiagge di ghiaia e sassi negli Stati Uniti? Oggi non parleremo di sabbia, no, vogliamo le dure pietre sulla spiaggia. Nel video potete vedere JAsper Beach nel Maine.

Non so se avete notato, ma quando si parla di spiagge, tutti si concentrano su quelle dalla sabbia più bianca, più colorata, più fine, però sempre di sabbia parliamo. Oggi invece andremo controtendenza, andando a dare uno sguardo alle migliori spiagge di ghiaia e sassi degli Stati Uniti. Entrambi i tipi di spiaggia hanno i loro pregi e difetti. Se è meno doloroso camminare su quelle di sabbia, è anche vero che quelle di ghiaia hanno il pregio di non farti trovare la sabbia fin dentro le mutande. Però è anche vero che stare stesi con l'asciugamano su una spiaggia di sassi è massacrante.

Le migliori spiagge di ghiaia degli Stati Uniti


Schoolhouse Beach

Si parte dalla Schoolhouse Beach a Washington Island nel Wisconsin. Sita sulle rive del lago Michigan, al posto della sabbia qui trovate milioni di bianche pietre levigate. Beh, almeno sono levigate e non appuntite, i piedi ringraziano. La spiaggia prende il suo nome dall'antica scuola qui costruita nel 1850. Le pietre bianche e calcaree rendono il panorama veramente suggestivo. Inoltre pare che qui i bambini si divertano non a costruire castelli di sabbia, ma piramidi di sassi bianchi.

Passiamo ora a Jasper Beach, a Machiasport, nel remoto Howard Cove del Maine (occhio a Stephen King e le sue creature e a Jessica Fletcher): questa spiaggia è piuttosto isolata, il che la rende scarsamente affollata e molto, molto tranquilla. I miliardi e miliardi di rocce che compongono questa spiaggia derivano dalla progressiva erosione della scogliere: se si tende l'orecchio, oltre al rumore delle onde, si sente anche quello dell'erosione della scogliera. In realtà, il nome è improprio: sono poche le pietre di diaspro, la maggior parte dei ciottoli è di riolite, di origine vulcanica. Inoltre le colorate pietre della spiaggia di Jasper Beach sono perfettamente arrotondate (i piedi ringraziano di nuovo), tutto per colpa delle onde.

Passiamo ora alla California, con Pebble Beach. La zona è maggiormente nota per i campi da golf, ma vanta anche una costa rocciosa. Le pietre di questa spiaggia derivano dagli affioramenti granitici della zona e lo sport nazionale consiste anche qui nel fare piramidi di sassi. Il nome di Pebble Beach originariamente si riferiva a una baia rocciosa, una piccola parte del Rancho Pescadero Mexican concessa a Fabian Barreto nel 1836. Se avete voglia di camminare, spingetevi lungo il percorso che vi farà arrivare alle pozze lasciate dalla marea di Pebble Beach: sono incantevoli.

Sempre in California troviamo Beach Glass nel MacKerricher State Park sito vicino a Fort Bragg, una spiaggia unica al mondo. Qui i sassi sono rappresentati da vetri di mare mescolati a rocce proveniente dalla scogliera. Pensate che dal 1949 al 1967 l'area intorno a Glass Beach veniva utilizzata come discarica. Le onde anno dopo anno hanno trasformato tutto quel vetro nella spiaggia di cui parliamo.

Spostiamoci infine a Short Beach a Tillamoo County, Oregon. Il nome non deriva dalla sua effettiva lunghezza, ma da uno dei primi coloni dell'area. Si tratta di una spiaggia piuttosto nascosta, l'unico modo per arrivarci è tramite un sentiero costruito con materiali di fortuna da Roy Wilson, abitante del luogo. Le pietre sono costituite da diaspro e agata, tanto che a volte la spiaggia viene chiamata Agate Beach. Short Beach vanta anche una piccola cascata, costruita artificialmente in calcestruzzo per portare un piccolo ruscello che scorreva sotto la strada verso il mare.

Via | Usatoday

Foto | Jonnerin

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail