Estate 2014, Copenhagen è anche low cost

Copenhagen low cost, non solo grazie ai voli, ma anche per le offerte pensate con un occhio al portafoglio.

Bisogno di una breve pausa e guardare a nuovi orizzonti? Voglia di un city break, sfruttando una delle tante offerte low cost (EasyJet, Norvegian, Ryanair e Vueling).? Copenaghen offre qualcosa per tutti i gusti. Scenari all’avanguardia o carichi di sapori antichi, spazi a misura d’uomo, storia, arte, cultura, design, architettura, shopping, ottima gastronomia, natura, tranquillità o vita notturna .. . e con qualche "dritta" è possibile fare una vacanza da favola senza doverci rimettere lo stipendio.

1 - Dormire a Copenaghen. Pernottare in un albergo di design a cinque stelle a prezzi low cost… a Copenaghen è possibile. A partire da €21 è possibile pernottare al Danhostel Copenhagen City, primo ostello a cinque stelle nel cuore della città. Interamente arredato con il design della casa danese, è la base ideale per una vacanza a due passi da tutto! Ma di ostelli nella capitale danese ce ne sono molti altri, come il Generator Copenhagen, che ha perto ad agosto 2011, a pochi minuti dalla piazza principale Kongens Nytorv, ed ha 175 stanze da 2-8 letti tutte col bagno. O anche gli Zleep Hotel, alberghi moderni centrali con prezzi a partire da €47, o i prezzi fissi e indipendentemente dalla stagione, degli alberghi CabInn, camera doppie a partire da €84. Per chi è attento al prezzo un’altra ottima alternativa è il Wakeup Copenhagen della catena Arp-Hansen Hotels, con le sue 510 stanze. Le camere sono 100% non-fumatori, alcune di esse sono pensate appositamente per gli allergici con i pavimenti in legno e alcune per le famiglie con stanze comunicanti. Il concetto dell’albergo è di presentarsi come un albergo a 3 stelle, ma con i prezzi di un due stelle. Ma la soluzione più economica in assoluto sono gli Sleep In, dove “backpackers” da tutto il mondo si incontrano, dormendo in dormitori con bagni e servizi in comune.

2- CPH Card. Viaggi illimitati su tutti i mezzi di trasporto e ingresso a oltre 70 musei ed attrazioni, tutto questo è possibile a prezzi convenientissimi acquistando la CPH card. Se venisse voglia di fare una gita fuori porta, la carta copre anche le aree a nord della città fino al castello di Amleto a Helsingør o verso ovest per una visita alla città vichinga di Roskilde. Prezzi: €40 per 24 ore, €60 per 48 ore, e 71 euro per 3 giorni e €100 per giorni.

3- Trasporto eco-sostenibile. Se siete a Copenaghen fate come i Københavnere, ossia i Copenaghesi, ovvero saltate in sella a una bicicletta! Farà bene sia a voi sia all’ambiente! Basta chiedere a uno dei tanti alberghi e ostelli della città.

4 - Un giorno al museo. Anche senza la CPH card, con un po’ di organizzazione è possibile visitare molti musei della città gratuitamente ... almeno uno di quelli che prevedono infatti almeno un giorno di ingresso gratuito settimanale. Il mercoledì pomeriggio è per esempio possibile visitare il Danish Architecture Center e il Thorvaldsens Museum, simboli ed espressione dello spirito innovativo della capitale danese. La domenica, invece, è il turno dell’entrata libera alla Ny Carlsberg Glyptotek, museo dove è possibile è possibile immergersi a 360 gradi nel mondo dell'arte partendo dall'Antico Egitto e dalla Roma imperiale fino ad arrivare alle più splendide opere di artisti come Courbet, Manet, Degas, Monet e Gauguin.

5- Passeggiate in città. La città offre tantissime sorprese ed emozioni senza dover spendere troppe corone. Al castello Amalienborg, residenza della regina Margherita, ogni giorno a mezzogiorno si svolge il cambio della guardia.; seguendo il molo è poi possibile fare visita a un’altra figura di spicco della città, la Sirenetta a Langelinie. Il classico giro del porto in barca può essere fatto al costo di un biglietto dell’autobus. Basta prendere un “acqua bus” per ammirare al meglio le imponenti opere architettoniche come l’Opera, il Teatro di Prosa e l’ipnotizzante gioco di luci sulle pareti del Diamante nero, che ospita la biblioteca reale. Per una piccola sosta i parchi di Copenaghen sono vere e proprie oasi nel cuore della città e tempo permettendo un luogo perfetto per un piacevole pic-nic. Al parco Kongenshave si può ammirare il castello di Rosenborg. Per concludere vale la pena fare una passeggiata nel quartiere libero di Christiania, dove più di una cinquantina di collettivi diversi esercitano attività artigianali, culturali, teatrali.

6) Shopping. Nella capitale del design è imperdibile una passeggiata lungo lo Strøget, la via pedonale del centro dove perdersi tra l'infinità di negozi e showroom che propongono il meglio della produzione danese. Al secondo piano della Royal Copenhagen è possibile trovare ottime occasioni per acquistare le celebri porcellane a prezzi scontati. Anche esplorando i tanti piani dei grandi magazzini Illum e Magasin è possibile trovare offerte interessanti, dove in quest’ultimo i turisti hanno diritto al 10% di sconto mostrando un proprio documento d’identità. Per uno shopping più intimo basta avventurarsi nelle stradine intorno a Grønnegade, dove si intervallano negozi nuovi e vecchie botteghe del quartiere. Nel quartiere di Østerbro invece un’esplosione di negozi fashion, delicatessen, negozi biologici e negozi per bambini. A Vesterbro si trovano invece i negozi di tendenza, dal design unico, dove acquistare modelli vintage e accessori inconsueti. In Ravnsborggade, nel quartiere di Nørrebro, è un susseguirsi di antiquari, dove fare ottimi affari.

7- Spuntini e cenette. Il buon giorno si vede dal mattino e senz’altro addentando un “danish pastry” (Wienerbrød) la giornata comincia nel più dolce dei modi. In varie panetterie, riconoscibili dal bretzel dorato, è possibile sedersi e gustare il dolcetto accompagnato da una buona tazza di caffè o cioccolata. Nei “coloniali” Emmerys si trovano invece torte e biscotti fatti in casa, caffè selezionati e latte biologico. Per una colazione più sostanziosa invece, molti caffè della città offrono il brunch. Per mettere qualcosa sotto ai denti a prezzi ragionevoli fate una passeggiata lungo Nørrebrogade. Sempre al quartiere di Nørrebro trovate il Blågårdsgade con piccoli bar low cost come Café N e Props Coffee Shop che offrono un buon caffè e piatti leggeri. Per un pranzo tipico e soprattutto low-cost è imperdibile una sosta a uno dei tanti "Pølsevogn" della città, baracchini mobili che offrono una vastissima scelta di hot dog. Altro piatto tipico a prezzi contenuti è lo smørrebrød, gustosi panini di segale farciti. Vale anche la pena dare un'occhiata ai ristoranti e bar delle musei che spesso e volentieri offrono un'ottima cucina a prezzi contenuti. Infine vi segnaliamo il Nyhavns Færgekro, dove con poco più di €17 potete gustarvi tutte le aringhe che volete dal ricco buffet della locanda sul caratteristico Nyhavn.

Vedi anche gli eventi dell'estate 2014 in Danimarca, Strøget a Copenhagen, la via pedonale più lunga d'Europa, e 5 buone ragioni per visitare Copenhagen.
Hovedstaden a Copenhagen
Foto Tiberio Frascari.

Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

  • shares
  • Mail