Alitalia - Etihad, l'accordo si avvicina

Dopo mesi di complessi negoziati Etihad Airways ha comunicato ad Alitalia le condizioni che richiede per effettuare l'importante investimento nell'ex compagnia di bandiera.


Check-in Veloce Alitalia

Etihad non ha dato dettagli sul contenuto della propria offerta, ma in un'intervista televisiva, il ministro dei trasporti Lupi ha comunicato che il vettore degli Emirati Arabi Uniti è pronto ad investire circa 600 milioni di euro in Alitalia.

Secondo le indiscrezioni fatte circolare, in cambio la compagnia aerea di Abu Dhabi riceverà una partecipazione pari al 49 % del capitale sociale di Alitalia. Ora si aspetta che l'accordo sia confermata dal consiglio di Alitalia, ed accettato delle altre parti interessate.

Secondo la Reuters Alitalia avrebbe accettato tagli ai posti di lavoro per 2.900 dipendenti (anche se poi le cifre ballano tra i 2.500 e i 3.000 dipendenti in esubero), e il governo italiano nel contempo avrebbe accettato di mettere in atto un piano per sostenere l'uscita del personale in esubero.

Nel piano ci sarebbe anche il sacrificio chiesto ad Intesa San Paolo e Uniciredit, le due banche che rivestono il doppio ruolo di azionisti e creditori in Alitalia. Sempre secondo indiscrezioni, tutte da confermare, queste sarebbero disposte a cancellare un terzo dei propri crediti in Alitalia, e di trasformare il resto in capitale sociale.

Sul piano operativo, Alitalia dovrebbe puntare allo sviluppo dei voli intercontinentali verso il continente americano, completando così l'offerta del gruppo, già forte nei voli verso l'Oriente. AirOne dovrebbe sparire, a vantaggio delle altre consociate di Ethiad già presenti in Europa (Air Berlin ed Ethiad Regional), mentre Linate si dovrebbe affiancare a Fiumicino come hub della compagnia, con tanti saluti a Malpensa.

Il presidente ed amministratore delegato di Ethiad, James Hogan, ha dichiarato: "Siamo lieti di poter andare avanti con questo accordo e di poter guardare avanti per la positiva conclusione della transazione proposta con Alitalia. La nostra partecipazione in Alitalia sarà vantaggiosa, non solo per entrambe le compagnie, ma, ancora più importante, darà più scelta e più opportunità di viaggio per i viaggiatori d'affari e di piacere dentro e fuori l'Italia . "

Da parte sua l'amministratore delegato di Alitalia Gabriele Del Torchio ha dichiarato : "Questo investimento fornirà la stabilità finanziaria e conferma il ruolo strategico di Alitalia come un vettore infrastrutturale nel settore dei viaggi e del turismo in Italia, con prospettive di crescita a lungo termine".

Foto Wikimedia Commons.

Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

  • shares
  • Mail