10 consigli per la sicurezza per i viaggi in Brasile

Il decalogo per viaggiare sicuri in Basile durante i prossimi Mondiali di Calcio.

I consigli di Mark per viaggiare sicuri in Brasile. Tono scanzonato, ma consigli molto sensati.

Se è potuto accadere che siano stati sequestrati 49,5 chili di cibo avariato, nel resort dove alloggerà l'Italia per i Mondiali in Brasile, mica in una posada qualsiasi, allora a maggior ragione è bene che ci informiamo sui problemi legati alla sicurezza (anche alimentare) cui potremmo far fronte durante il nostro prossimo viaggio in Brasile.

Sicuramente su ViaggiareSicuri, ma anche leggendo i consigli di Allianz-assistance, che per mestiere deve pensare a tutto quello che potrebbe andare storto, durante il nostro viaggio all'estero.

1° Vaccinarsi: è richiesta la vaccinazione contro la febbre gialla (validità 10 anni). Alla prima assunzione, il vaccino deve essere somministrato almeno 10 giorni prima della partenza; è inoltre necessario attendere diversi giorni prima di assumere altri vaccini (verificate i tempi di assunzione con il vostro medico). Devono essere necessariamente rinnovate le vaccinazioni ordinarie come difterite, tetano e poliomielite, mentre altri vaccini come quelli contro la febbre tifoidea e l’epatite A e B sono raccomandati nel caso in cui si decida di prolungare la permanenza nel Paese.

2° Sicurezza, stare all’erta: il Brasile ha un elevato tasso di criminalità. Prima di partire, controllate il sito ViaggiareSicuri del Ministero degli Esteri. Alla periferia delle grandi città, come Rio de Janeiro e San Paolo, si trovano quartieri che dovrebbero essere visitati solo se accompagnati da una guida qualificata. Anche al di fuori di queste aree, in ogni caso, i turisti possono essere obiettivo di reati, che possono arrivare anche al rapimento. Bisogna ricordarsi che, anche se non si vedono, i pericoli e i rischi sono sempre presenti, specialmente durante i grandi eventi e le feste pubbliche. Nel caso in cui si venisse coinvolti in situazioni pericolose, è molto importante mantenere la calma e non reagire per evitare di esporsi a ulteriori rischi. Per precauzione, è preferibile non prelevare contanti presso sportelli bancomat ed evitare di esibire oggetti di valore (gioielli, cellulari, macchine fotografiche, ecc.). In auto, si consiglia di tenere chiusi i finestrini e le serrature. Prima di partire è utile fare delle fotocopie del passaporto e di tutti i documenti utili, da riporre separatamente, per averli a disposizione in caso di furto.

3° Prestare attenzione a cibo e acqua: in Brasile, alcuni dei principali rischi per la salute provengono dall’acqua e dal cibo. Numerosi agenti di infezione (virus, batteri e parassiti) possono contaminare cibo e acqua o possono essere trasmessi dalle mani sporche. Nella maggior parte di casi, causano problemi alla digestione che si manifestano con febbre, dolori di stomaco, nausea, vomito o diarrea. I sintomi possono variare dai più comuni disturbi fastidiosi e imbarazzanti, che tutti conosciamo, ad altri estremamente seri (come disidratazione o febbre molto alta).

4° Proteggersi dagli insetti: la malaria è un rischio molto comune e serio in questa parte del mondo, tanto che l’Amazzonia è classificata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come “zona 3” (il massimo grado di rischio si riscontra nella zona 4). Si consiglia, quindi, di dotarsi di prescrizione medica per un trattamento antimalarico. Inoltre, è presente la febbre di Dengue, con nuove epidemie soprattutto nella regione Sud Orientale e in altre parti del Paese, inclusa San Paolo. Per questo è fondamentale adottare misure per prevenire le punture di insetti, che possono verificarsi in ogni momento della giornata: con il sole, di sera o durante il sonno. Si consiglia in particolare l’uso di repellenti, di indossare capi a maniche lunghe e di evitare luoghi con acqua stagnante.

5°- Volare in pieno comfort: durante il lungo tragitto in aereo, si raccomanda di bere molta acqua – circa un litro ogni quattro ore - e di evitare l’assunzione di alcolici o bevande gassate. Si consiglia di indossare abiti morbidi e comodi, con calzini e gambaletti. Inoltre, è necessario alzarsi e camminare quanto più spesso possibile.

6° Dormire con fantasia…non solo in hotel! In occasione dei grandi eventi, per qualunque Paese è una sfida ospitare le diverse migliaia di spettatori in arrivo. Come ovunque, esiste una grande varietà di prezzi e livelli di confort. Oltre ai tradizionali hotel, ostelli e campeggi, il Brasile offre però altre soluzioni più caratteristiche. Le Pousada, generalmente a gestione famigliare, sono simili agli hotel ma offrono un ambiente più “rustico”.

7° Conoscere i numeri di emergenza: in caso di emergenza medica, chiamare il 192 per chiedere un’ambulanza o il 193 per allertare i pompieri. In caso di problemi, più o meno gravi, è sempre molto importante contattare il prima possibile la propria compagnia assicurativa: in questo modo si verrà indirizzati verso i medici e le strutture sanitarie più idonee, in maniera tale da ottenere le migliori cure possibili, oltre ad assicurarsi la copertura di tutte le spese mediche e di risarcimento senza difficoltà.

8° Muoversi in anticipo: il tasso di incidenti automobilistici è tra i più alti al mondo, inoltre il traffico in città è molto spesso congestionato, per cui è raccomandabile partire sempre con largo anticipo. Anche bus e treni sono raramente in orario. Se avete bisogno di un taxi è opportuno non chiamarlo mai “al volo” ma è meglio prenotarlo presso un’azienda certificata, per essere certi di non imbattersi in un taxi illegale.

9° Controllare sempre il meteo: nonostante il Brasile sia spesso associato al sole e al bel tempo, in realtà il clima varia molto a seconda delle zone. Nelle aree tropicali ed equatoriali possono, infatti, verificarsi precipitazioni molto intense e improvvise che possono causare allagamenti e bloccare le strade.

10° Assicurare il viaggio: se dovesse accadere qualcosa nonostante le precauzioni, è importante sapere che tutte le 12 città che ospitano le partite del Campionato Mondiale sono dotate di strutture ospedaliere di buon livello. Tuttavia, il servizio sanitario brasiliano è molto costoso: curare una semplice infezione batterica o virale, ad esempio, può costare oltre 1.000 euro. Prima di partire, è importante sottoscrivere un’assicurazione viaggio che garantisca la copertura delle spese mediche, con un massimale sufficientemente elevato, ma anche il trasferimento del paziente in un altro Paese o il rimpatrio aereo.

Vedi anche, Brasile da scoprire: la Praça São Francisco, una piazza patrimonio Unesco a São Cristóvão, il lago a forma di uomo in Brasile e un'avventura 4x4 in Brasile.

sicurezza in Brasile

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su Apple Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail