Expedia cerca un esploratore moderno, potresti essere tu

Arriva una grande occasione firmata Expedia, l’agenzia di viaggi online, che mette alla prova la passione degli italiani per il viaggio e l’esplorazione.


Expedia ha recentemente aperto una particolare posizione lavorativa e sta cercando (sul serio!) un Esploratore Moderno per sei settimane, disponibile a viaggiare sulle orme di Vasco da Gama, il grande esploratore portoghese, primo europeo a navigare direttamente fino in India doppiando il Capo di Buona Speranza.

Vasco_da_Gama_1838

Expedia ha appena aperto tale affascinante posizione lavorativa, per offrire a chi si vuole cimentare con blogging e social media una bella e particolare esperienza professionale.


A quanto emerge dall’ultima ricerca condotta da Expedia, infatti, gli italiani sono sorprendentemente molto preparati sugli esploratori, viaggiatori che hanno contraddistinto le epoche. L’esploratore più conosciuto è Cristoforo Colombo (97%), seguito di pochissimo da Marco Polo (96%). Colombo è anche considerato l’esploratore che ha avuto maggior impatto sulla storia.

cristoforo-colombo

Del resto "siamo un popolo di santi, poeti e.. navigatori"! O no? Sempre secondo questa ricerca, quasi il 90% degli italiani partirebbe per un’esplorazione.Quasi il 90% degli intervistati ha visitato paesi stranieri. E il 17% non rinuncerebbe mai allo smartphone se dovesse partire per un’esplorazione.

MarcoPolotravelblogger

Expedia cerca dunque un nuovo Marco Polo, moderno, curioso, esperto di nuovi media, cacciatore di immagini e di sensazioni, da raccontare in diretta, sul suo diario sociale. Sempre connesso.

Dovrà viaggiare per 6 settimane sulle orme di Vasco da Gama, ricreando il suo viaggio epico verso l’India nel nostro mondo moderno, condividendo la sua esperienza.

Wooden outrigger fishing boats in India; Shutterstock ID 126746486

[Isola di Goa, in India, una delle tappe del viaggio - foto by Expedia]

Si tratta di un’offerta di lavoro unica nel suo genere: Expedia darà al miglior Esploratore la possibilità di seguire i passi di uno dei più grandi esploratori della storia, Vasco da Gama, da Lisbona alle Isole Canarie, doppiando Capo di Buona Speranza, attraversando le coste sud e centro-occidentali dell’Africa e poi fino in India, a Goa. Il tutto equipaggiato con la migliore tecnologia a disposizione.

L’Esploratore Moderno, infatti, avrà il compito di viaggiare e condividere le sue esperienze attraverso post regolari sul blog Expedia e sui social media, utilizzando gli strumenti dell’Esploratore Moderno per ispirare gli altri a viaggiare, raccontando le attività migliori che si possono svolgere nei luoghi toccati dal viaggio di Vasco da Gama, come Lisbona, il Sud Africa o l’India.

Per maggiori informazioni sulla nuova posizione di lavoro offerta da Expedia Inc. è possibile scrivere a esploratorimoderni@expedia.com. Fabrizio Giulio, Managing Director di Expedia.it, ha commentato:

"Nessuno può negare l’importanza dei grandi esploratori del passato: il loro coraggio e i loro viaggi hanno svelato il mondo che conosciamo, hanno aperto nuove strade, unito popoli e culture diverse, hanno regalato nuove esperienze a milioni di persone, aprendo ai nostri occhi nuove possibilità, raggiungibili tramite il viaggio

Ai giorni nostri viaggiare è diventato più semplice e le distanze si sono assottigliate, ma è il desiderio della scoperta che non tramonterà mai. Questo è lo spirito di condivisione che vogliamo celebrare attraverso la nostra ricerca di un Esploratore Moderno: da catalogare nella categoria di persone che sanno mettere la tecnologia al servizio del viaggio, che condividono le loro mete e ispirano gli altri, che partono per grandi avventure e tornano con storie appassionanti e nuove prospettive".

Tornando alla ricerca, è curioso notare che per una volta gli italiani si dimostrano più colti degli stranieri. L’85% dei britannici, per esempio, considera Marco Polo e Cristoforo Colombo come gli esploratori più influenti della storia, ma solo il 23% e il 31% rispettivamente sa ricollegarli al viaggio affrontato o alle loro scoperte.

Gli italiani conoscono invece anche gli esploratori di altri paesi, con buone medie: quasi il 78% collega Darwin al viaggio sul Beagle, mentre il 56% sa che David Livingstone fu il primo occidentale a visitare le Cascate Vittoria, e a dar loro il nome con cui le conosciamo oggi.

Uno dei dati più interessanti riguarda le fasce di età e il sesso degli intervistati: Expedia ha infatti registrato una generale uniformità nel livello delle conoscenze tra maschi e femmine e tra più giovani e meno giovani.

Lo spirito avventuriero che contraddistingue gli italiani non manca di farsi sentire: quasi il 90% partirebbe per un’esplorazione e solo il 10% scarta a priori la possibilità di mettersi nei panni di un esploratore.

Gli italiani, infatti, anche in tempi di crisi continuano a viaggiare: più del 90% degli intervistati ha visitato città e paesi stranieri.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: