Chiuso l'Aeroporto di Pisa per un'ordigno bellico, l'ENAC di Palermo indaga Ryanair per mancata assistenza

Aeroporto di Punta Raise
Tra giovedì notte e venerdì mattina l'aeroporto Galileo Galilei di Pisa è rimasto chiuso per permettere agli artificieri di disinnescare un ordigno, residuato della seconda guerra mondiale, rttrovato durante i lavori preparatori per l'ammodernamento della pista.

Grandi disagi per i clienti dei vettori in partenza ed arrivo a Pisa che, visto che siamo in Italia, qualifichiamo come inevitabili, quando da altre parti invece riescono a contenere grazie all'organizzazione e all'informazione.

Tra quanti rimasti a terra anche un gruppo di 139 passeggeri, che sarebbero dovuti partire da Palermo alla volta di Pisa; i passeggeri sarebbero rimasti a terra senza ricevere alcuna assistenza da parte di RyanAir. Partendo ad questo caso, l'ENAC, oltre ad aprire un'istruttoria contro Ryan, ha deciso di verificare se si sono verificati casi analoghi in altri aeroporti italiani.

Foto | Blackm0rpheus.

  • shares
  • Mail