Mondiali Brasile 2014, ritardi nei lavori degli aeroporti

Sei sono gli scali aeroportuali che non saranno pronti per giugno 2014.


Manca poco più di un mese al fischio d'inizio dei Mondiali di calcio e il Brasile non è ancora pronto ad accogliere le migliaia di tifosi e turisti che animeranno gli stadi.

Tante sono infatti le infrastrutture che rischiano di rimanere incomplete in occasione del prossimo 12 giugno, prima giornata in cui disputerà proprio il Brasile. Stadi, strutture alberghiere, ristoranti, ma sono soprattutto gli aeroporti a preoccupare e a mettere a rischio l'andamento della manifestazione sportiva.
I lavori di ristrutturazione degli aeroporti previsti nella maggior parte delle 12 città sedi del torneo sono infatti in clamoroso ritardo, aumentando i timori di un rischio caos negli scali che dovranno accogliere oltre 600.000 turisti.
In totale, sono sei gli scali che non saranno pronti per giugno:  Confins, Cuiabá, Curitiba, Salvador, Porto Alegre e Fortaleza. Per evitare il peggio, molte città si stanno attrezzando con terminal provvisori,  come a Fortaleza e Cuiabá, dove si disputeranno numerose partite.

Hotel in Rio Favela Prepares to Host World Cup Visitors

 

Non sono purtroppo voci di corridoio, perchè la prima ad ufficializzare il problema è stata proprio Infraero, azienda brasiliana che si occupa della gestione degli scali e delle ristrutturazioni: la società ha dichiarato in un comunicato stampa di  non essere in grado di consegnare i lavori in tempo per l’inizio dei mondiali, comunicando contestualmente anche gli avanzamenti dei lavori in corso. E il bello è che il termine dei lavori di molti di questi scali è previsto addirittura per il 2016-2017, quando saranno inutili, almeno per il motivo per cui erano stati realizzati.

 

Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail