Sciopero 19 marzo 2014: quello che dovete sapere

E' previsto per domani, 19 marzo, lo sciopero di 24 ore del trasporto pubblico.

Signori, si sciopera. Dopo la mobilitazione di venerdì 14, è prevista per domani, 19 marzo, una nuova giornata di sciopero dei trasporti pubblici in tutte le città d'Italia.

Ad incrociare le braccia, i lavoratori delle organizzazioni sindacali FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, UGL FNA e FAISA-CISAL che per 24 ore sospenderanno il servizio, mantenendo comunque una fascia di garanzia per chi deve spostarsi.
Vediamo, nelle principali città, le diverse modalità della mobilitazione.

A Milano lo sciopero dei mezzi partirà domani dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. A Roma, invece, lo sciopero di Atac e Roma Tpl è di 24 ore e 4 ore.  Il servizio è garantito da inizio servizio alle ore 8.30 e dalle 17 alle 20. Nello sciopero è compreso lo stop di autobus, tram, filobus, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Viterbo. Inoltre, nella notte tra martedì 18 e mercoledì 19 marzo, sono a rischio le corse delle linee notturne.

Il servizio urbano dei mezzi GTT di Torino è garantito invece in queste particolari fasce: dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15 per le metropolitane e da inizio servizio alle 8 e dalle 14.30 alle 17.30 per le linee extraurbane. Ferma anche la linea ferrofiaria sfm1 e sfmA da inizio servizio alle 8 e dalle 14.30 alle ore 17.30. A Genova i trasporti sciopereranno dalle 6 alle 9 e dalle 17.30 alle 20.30; orario diverso per la linea ferroviaria, dove è prevista una fascia di garanzia dalle 6.30 alle 9.30 e dalle 17.30 alle 20.30.
Servizi minimi garantiti anche a Napoli, dove i dipendenti della ANM sciopereranno dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 17 alle 20, almeno per quanto riguarda le linee bus. Diversi orari invece per la linea1 (ultima corsa con partenza da Piscinola alle ore 9.12, da Garibaldi alle ore 9.20, per poi riprendere alle 17.12 e alle 17.52 da Gardibaldi) mentre le funicolari Centrale, Chiaia, Montesanto e Mergellina garantiranno l' ultima corsa alle 9.20 per riprendere alle 17 e terminare con ultima corsa alle ore 19.50.

Le sempre più frequenti mobilitazioni dei sindacati dei trasporti sono dovuti ancora una volta al mancato rinnovo del contratto di lavoro del Trasporto pubblico locale, scaduto nel 2007, che riguarda circa 110 mila lavoratori e che da allora non trova alcuna  intesa tra sindacati, Governo e associazioni datoriali.


    “Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita”.
  • shares
  • Mail