Giornate FAI di primavera 2014: cosa vedere nelle Marche, da Senigallia a Mondolfo passando per Urbino

Segnatevi queste date: il 22 e 23 marzo 2014 tornano le Giornate FAI di Primavera. Andiamo dunque a vedere cosa vedere nelle Marche, da Senigallia (che potete vedere nel video) a Mondolfo, senza dimenticare Urbino e Ancona.

Il 22 e il 23 marzo 2014 si terranno le Giornate FAI di Primavera. Siamo arrivati ormai alla 22esima edizione di questo evento che ogni anno richiama sempre tantissimi visitatori. Oggi andremo a vedere quali sono le location delle Marche interessante da questo evento, abbiamo deciso di selezionare le mostre, i beni artistici, le chiese, i palazzi più interessanti per provincia e città, sarebbe stato impossibile elencarli tutti (inoltre in molte città ci sono diversi luoghi FAI aperti al pubblico). Se volete vedere tutte le località interessate dalle Giornate FAI di Primavera 2014 delle Marche, vi conviene recarvi direttamente sulla pagina del sito in modo da valutare anche gli orari di apertura. Lo stesso sito specifica infatti come sia consigliabile consultare regolarmente il sito, soprattutto per controllare eventuali cambiamenti degli orari di apertura dell'ultimo minuto.

Le Giornate FAI di Primavera 2014 nelle Marche


Mondolfo

Cominciamo il nostro viaggio alla scoperta delle Giornate FAI di Primavera 2014 dalla provincia di Ancona. Proprio nel capoluogo troveremo un'interessante mostra, ovvero l'Esposizione di teste ritratto di età Giulio Claudia presso il Museo Archeologico Nazionale delle Marche: si tratta di un percorso espositivo studiato appositamente per il FAI. Spostiamoci ora a Jesi, cittadina molto bella da visitare indipendentemente dal FAI. Qui nelle Giornate di Primavera ci sarà l'apertura di Palazzo Carotti - Honorati (Ex Tribunale) a cui sarà anche collegata la mostra Spettacolo di rovine, di magnificenza e di apparati scenici: Roma che si terrà sabato 22 marzo nella Sala Planettiana di Palazzo della Signoria, dove troveremo in esposizione le incisioni degli Honorati. Ad Ostra, invece, al Museo Civico troveremo in esposizione gli antichi Codici Quattrocenteschi. Inoltre sono previste anche visite guidate all'antico centro Storico. A Senigallia ricordiamo l'apertura del Palazzetto Baviera e del Palazzo Mastati Ferretti con annesso Museo Pio IX.

Spostiamoci ora in provincia di Ascoli Piceno. Proprio ad Ascoli Piceno sottolineiamo l'apertura della Chiesa di San Giacomo Apostolo, chiesa in stile romanica ad una sola navata; da non perdere anche la Chiesa di San Tommaso, anch'essa in stile romanico, ma con tre navate a cui è annesso il Museo della Ceramica; bellissima anche la Chiesa di Santa Maria delle Stelle, una residenza privata; ci sarebbe poi anche il Convento e la Chiesa delle Pie Operaie dell'Immacolata Concezione; se siete interessati ai Musei, abbiamo il Museo Archeologico Statale, il Museo dell'Alto Medioevo. Se ci spostiamo a Grottammare, qui possiamo andare a vedere la Chiesa di San Giovanni Battista, mentre Grottammare Alta segnaliamo l'apertura del Torrione della Battaglia e dell'annesso Museo Fazzini con 250 opere.

Andiamo nella provincia di Fermo, se ci fermiamo a Fermo possiamo ammirare le antiche Cisterne o piscine romane a cui si collega lo speciale concerto a cura del Conservatorio Statale di Musica "G. B. Pergolesi" sia sabato che domenica 22 e 23 marzo, mentre sarà aperto anche il Palazzo Arcivescovile. A Servigliano, invece, da non perdere la Collegiata San Marco con la sua facciata neoclassica e l'apertura di Palazzo Filoni (Proprietà Antonelli) e di Villa Bartolucci o Brancadoro (Proprietà Cippitelli).

Andiamo in provincia di Macerata, cominciamo proprio da Macerata con l'apertura di Palazzo Floriano Carradori con tanto di proiezione del documentario "Pietro Paolo Floriani" di Massimo Angelucci Cominazzini.

Se ci spostiamo in provincia di Pesaro e Urbino, a Mondolfo ci sarà l'apertura del Complesso Monumentale di Sant'Agostino, ovvero una chiesa corredata di una imponente galleria di opere d'arte dei più famosi artisti marchigiani del Cinquecento. Da non perdere anche il chiostro affrescato. Se andiamo a Pesaro troveremo l'apertura della Banca d'Italia - Filiale di Pesaro con una particolare esposizione di biglietti in lire, ma sarà aperto anche San Floro, una cappella-oratorio assai antica. Anche Urbino non sarà da meno, qui potrete andare a visitare l'Accademia delle Belle Arti situata nell'ex convento dei Carmelitani Scalzi.

Via | Giornate Fai di Primavera

Foto | Redline

  • shares
  • Mail