Vacanze bonus e viaggi di lavoro aiutano a ridurre lo stress?

Un'indagine di Expedia ha messo in luce il sottile confine che c'è fra vacanza e viaggi di lavoro: aiutano a ridurre lo stress? Le vacanze bonus sono un ausilio in questo senso? Come dobbiamo comportarci in vacanza per essere rilassati? (nel video trovate un esempio di come abbinare un viaggio di lavoro al relax)

Il sito Expedia.it ha fatto un'interessante ricerca inerente la relazione che intercorre fra vacanze, viaggi di lavoro, vacanze bonus, relax. A quanto pare la nuova tendenza dei lavoratori più giovani è quella di agganciare pochi giorni di relax ai viaggi di lavoro, in modo da unire l'utile e il dilettevole. Inoltre queste vacanze bonus, sempre secondo gli esperti, dovrebbero aiutare a ridurre lo stress lavorativo.

Il sottile confine fra vacanza e viaggio di lavoro

Expedia non ha dubbi: il confine fra vacanza e viaggio di lavoro si va assottigliando sempre di più. A causa dei frenetici ritmi di lavoro, si preferisce concedersi piccoli break per staccare dal lavoro, magari aggiungendo qualche giorno di vacanza extra ad un viaggio di lavoro. In realtà Exspedia sottolinea l'esistenza di due trend diversi. Da una parte c'è sempre meno tempo per il relax e la vita privata, spesso lavoriamo anche fuori dall'ufficio (e per chi è lavoratore autonomo la distinzione non esiste neanche). Inoltre pare che i lavoratori italiani continuino in realtà a lavorare anche quando sono in vacanza, complice la posta elettronica o la segreteria telefonica.

La seconda tendenza riguarda i lavoratori più giovani, sempre pronti a cogliere ogni minimo break per fare anche solo una piccolissima vacanza. Se sei già in viaggio per lavoro, perché non sfruttare l'occasione per aggiungerci qualche giornata di ferie in più? Diciamo che questa è una tendenza dei lavoratori sotto i 30 anni, gli over 34 non la vedono in questo modo.

Fabrizio Giulio, Managing Director di Expedia.it ha dichiarato: "Guardando ai dati della nostra indagine Viaggi e Benessere, è facile rendersi conto di come brevi pause o veloci vacanze siano un grande aiuto per ridurre lo stress e farci sentire più riposati e pronti ad affrontare nuove sfide lavorative al ritorno in ufficio, senza giocarsi troppi giorni di ferie. Inoltre, questi break sono inevitabilmente anche un modo per risparmiare sulle vacanze, pagando solo le notti in albergo che si aggiunge a quelle di lavoro, perdipiù non pagando i trasporti. Infatti, nonostante sia ormai abituale essere sempre connessi, gli italiani riescono ad approfittare delle ferie: il 61% dichiara di riuscire a rilassarsi non appena raggiunge la destinazione di vacanza, mentre il 40% riesce a staccare non appena parte".

Andare in vacanza diventa sempre più difficile, bisogna coordinare il lavoro d'ufficio con la possibilità di risparmiare giorni di ferie per fare vacanze più lunghe in un secondo momento (ribadisco come per il lavoratore autonomo il problema sia diverso: vado in vacanza, ma non ho le ferie pagate, quindi in quei giorni non guadagno nulla). A quanto pare gli italiani, i francesi e i tedeschi tendono ad aggiungere di meno giorni di vacanza ai viaggi di lavoro, mentre danesi, irlandesi, olandesi e inglesi approfittano già da tempo di questa possibilità.

Come rilassarsi durante un viaggio

Expedia ha poi chiesto il parere del professore inglese Cary Cooper, il quale sostiene che bisogna imparare a separare la vita privata dal lavoro: solo chi è in grado di staccare del tutto la spina dal lavoro anche in vacanza tornerà più rilassato e produttivo. Ed ecco i consigli del professor Cooper per rilassarci in vacanza:


  • a livello di mail impariamo ad utilizzare l'impostazione out of office
  • imparate a godervi il momento: siete in vacanza, siate consapevoli di questo
  • dovete darvi degli obiettivi: organizzate una passeggiata, una visita ad un certo monumento, in modo da avere l'impressione di aver raggiunto comunque un obiettivo anche mentre siete in vacanza
  • parlate con gli abitanti del luogo per poter vedere la vita da un'altra prospettiva
  • condividete le vostre emozioni: cartoline, Twitter, Instagram, Facebook, basta solo non usare i social network per lavoro!
  • fate esercizio fisico, fosse anche solo una corsa, una passeggiata o una nuotata
  • mangiate sano, evitate di ingozzarvi solamente di cibo da fast food
  • programmate il tempo libero, in modo da evitare sprechi di tempo
  • se faticate a liberarvi dalla morsa del lavoro nei primi giorni di viaggio, provate con la meditazione e imparate qualche esercizio di respirazione e visualizzazione
  • programmate le vostre vacanze: non devono essere l'eccezione, ma la regola

Rilassarsi in vacanza

Via | Expedia.it

Foto | Hengist

  • shares
  • Mail