Il Parco Olimpico di Monaco di Baviera, ha perso il Bayern, ma non i turisti

Il Parco Olimpico di Monaco di Baviera, oltre 40 di vita, ha perso il Bayern, ma non i motivi di attrazione per i turisti della capitale mondiale della Birra.

Villaggio Olimpico di Monaco di Baviera

Il Bayern Monaco di Ribery, terzo nella classifica del pallone d'oro, ha abbandonato l'Olympiastadion di Monaco di Baviera (a dire la verità non molto fortunato per le squadre di calcio italiane), per trasferirsi nel più moderno e funzionale Allianz Arena.

Abbandonato dal Bayern, ma non dai monachesi che nelle belle giornate amano passeggiare nel parco intorno allo Stadio Olimpico, o entrarci per assistere ad un concerto live; qui ci sono passati tutti i grandi, dagli U2 ai Pink Floyd. Disponibile anche per tour guidati.

Poi c'è Olympiaturm, la Torre Olimpica, che con i suoi 291 metri è l'edificio più alto della città. Un ristorante che ruota a 182 metri di altezza, e una piattaforma a 190 metri di altezza, per l'osservazione con vista fino alle Alpi.

C'è poi il 31 di Connollystraße, nel Villaggio Olimpico, diventato tristemente famoso per il settembre nero quando degli atleti israeliani furono uccisi dai terroristi.

Poi c'è anche il museo della BMW, BMW Welt and Museum, una storia di successo vanto della città, un must per gli appassionati dello storica auto monachese, ma apprezzato anche dagli architetti.

E infine c'è anche un grande acquario, il Sea Life, con oltre 30 grandi vasche piene di pesci provenienti da tutto il mondo.

Tutto facilmente e comodamente raggiungibile grazie alla ancora moderna e funzionale metropolitana di Monaco di Baviera; fermata Olympiazentrum sulla U-Bahn U3.

Vedi anche RistoPub di Monaco di Baviera, l’Hofbräukellera, RistoPub di Monaco di Baviera, l’Augustiner-Keller e Peccati di gola: un pezzo di strudel da Rischart Café am Markt, Viktualienmarkt, Monaco di Baviera.

Foto Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail