The tutu project: la campagna di prevenzione del fotografo in rosa

Bob Carey gira il mondo e si ritrae in sublimi selfie in tutù rosa. Immagini ironiche e delicate per sostenere campagne di prevenzione del cancro al seno

Rock_the-tutu-project
Il National Breast Cancer Awareness Month, che negli Stati Uniti è previsto ogni ottobre, detto anche mese rosa, è una massiccia campagna di prevenzione.

The Tutu Project: l'uomo che gira il mondo con un tutù rosa, è il progetto del fotografo Bob Carey. Corpulento e già nell'aspetto simpatico e coinvolgente, il fotografo cerca, ogni qualvolta, di inventare situazioni nuove e divertenti, dove poter sfoggiare la sua travolgente verve. Fa sorridere, ed è questo il fine, e riflettere sulla buona causa. Il National Breast Cancer, è una campagna di salute internazionale, viene lanciata per raccogliere fondi per la ricerca, cura e prevenzione e far presente, soprattutto al gentil sesso, l'importanza della diagnosi precoce. Con il Tutù project, la prevenzione non è più solo 'un affare da donne'.

Il fotografo newyorkese, Bob Carey ha scoperto a sue spese che l’amore e una risata sono ottime cure, certo non risolutive, ma possono aiutare. E allora come reagire, una volta diagnosticato un tumore al seno all’amata moglie Linda?, ha deciso di girare il mondo, vestito solo di un tutù e di farsi fotografare nelle situazioni e nelle pose più strambe, deliziose, irriverenti e divertenti possibili. Nudo con indosso uno svolazzo d’amore, autore di sublimi selfie come vengono chiamati adesso gli autoscatti. Di bellezza e delicatezza tali da aver dato vita a una vera se propria raccolta fondi, gli scatti sono diventati anche un libro e il fotografo si è ripreso persino nel mezzo delle partite, com’è accaduto nel 2012, grazie all’appoggio della National Football League, creando situazioni esilaranti.

Sfondo il mondo e la natura, un pizzico di ironica, tanta voglia di attrarre l’attenzione. Ecco la prevenzione col sorriso.

  • shares
  • Mail