Situazione meteo negli USA, si passa dal pericolo neve al pericolo freddo


Si sgombrano i cieli negli USA nord-orientali, passa il pericolo neve, ma arriva il pericolo freddo, con temperature in picchiata.

Porto militare di Boston

L'impressionante fronte nuvoloso (vedi la fotografia della Nasa nella galleria di sotto) si sta muovendo verso l'Oceano Atlantico, lasciando agli scatti fotografici testimonianza delle intense nevicate che hanno colpito il nord-est degli USA.

Ma il vuoto lasciato dalla tempesta, "risucchia" in queste stesse zone i freddi venti del polo nord, con conseguenti temperature in picchiata. Gli statistici già si pronunciano e raccontano di temperature come non se ne vedevano da 20 anni a questa parte.

Le zone maggiormente colpite dall'allarme gelo, con temperature a doppia cifra negativa, saranno quelle nel nord del paese, dal Nord Dakota agli stati che insistono sui grandi Laghi, Chicago compresa. Ma anche sulla costa orientale del paese, si avranno temperature ben al di sotto delle medie stagionali.

Fin'ora la temperatura minima registrata durante questa tempesta sono stati i -38 8 below di Crane Lake, nel Minnesota, ma i meteorologici si aspettano altrettanti record tra la giornata di oggi e e la mattina di domani, mercoledì 8 gennaio.

Vedi anche Verkhoyansk e Oymyakon, i paesi più freddi del mondo.

Foto MTAPhotos, Noah Sussman, Bella Remy Photography, Official U.S. Navy Imagery, The National Guard, Nasa, andrew prickett, Steven Pisano, Shawn Semmler.

  • shares
  • Mail