Il National Football Museum di Manchester, per i veri appasionati del calcio

Il National Football Museum di Manchester, per i veri appasionati del calcio
Manchester, la romana Magnum castrum, dalla rivoluzione industriale, alla città dello sport. Qui non poteva mancare un museo del calcio, il National Football Museum di Manchester.

Come tante altre città britanniche, Manchester viveva di industrie, e quando queste hanno iniziato a prendere altre vie, anche qui si è sentita la mano pesante della crisi. Crisi da cui a Manchester hanno risposto puntando forte sui servizi, anche quelli culturali (repita iuvant).

Cultura classica e moderna, anche pop. E quindi, tanti musei, eventi, luoghi di svago e sport, a partire dal calcio, e dalla leggenda del Manchester United, a dire il vero oggi un po' appannata, anche dopo l'ultima eliminazione dalla FA cup.

Quindi nessuna sorpresa che a Manchester trovi spazio anche il National Football Museum, fondato nel 2001, che ha ricevuto l'incondizionato avvallo di Sepp Blatter che lo ha definito "Un progetto superbo, un vero gioiello, Non riesco ad immaginare un museo più bello al mondo!", ovviamente se siete appassionati di Football.

Quattro piani di esposizioni, con spazi dedicati alle origini del gioco, ai tifosi, alle regole del gioco, ai giocattoli a tema calcio (non manca il subbuteo), diverse collezioni e memorabilia, tra le quali la maglietta indossata da Maradona quando segnò, proprio all'Inghilterra, il gol più bello di tutti i tempi (oltre a quello con la mano...); e gli ultimi due piani anche un ristorante.

Facile da raggiungere, bello l'edificio che lo ospita, coinvolgente per gli appassionati, richiede poco impegno di tempo (basta anche un'ora), e poi è gratuito. Da vedere a Manchester.

Foto Ben Sutherland, Alvin Leong, Smabs Sputzer, Duncan Hull e Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail