10 cose che vorremmo che le linee aeree offrissero ai passeggeri

Vi siete mai chiesti come fare per migliorare i viaggi aerei? Ecco le dieci cose che vorremmo che le linee aeree offrissero ai passeggeri.

Aereo passeggeri

Quante volte ci è capitato di dover prendere un aereo e di cominciare a lamentarci dei disservizi prima ancora di mettere piede in aeroporto? Eppure sarebbe semplice per le compagnie aeree mettere fine alle lamentele: basta prendere nota delle migliorie che i passeggeri vorrebbero che le linee aeree offrissero loro per viaggiare in maniera più comoda, pratica e sicuro. Andiamo dunque a vedere quali sono le 10 cose che vorremmo che le linee aeree offrissero ai passeggeri.

Le 10 cose che i passeggeri vogliono dalle linee aeree

Al primo posto i passeggeri vorrebbero delle tariffe aeree più eque, magari creando tariffe per chi viaggia per affari (e che spesso si ritrova il costo del biglietto ammortizzato dalla ditta per cui lavora) e per chi viaggia per passione o per motivi personali (e che non ha alle spalle una ditta che gli copre le spese). Il concetto è semplice: i viaggiatori vogliono tariffe più oneste. In secondo luogo i viaggiatori vogliono le carte d'imbarco elettroniche. Non sempre quando viaggiamo abbiamo una stampante a disposizione che possa stamparci la carta d'imbarco e perché mai dobbiamo partire ore prima per essere sicuri di riuscire a superare in tempo le lunghe ore in coda al check in? A quanto pare alcune linee aeree stanno lavorando per avere carte d'imbarco elettroniche su dispositivi mobile, ma è ancora tutto in alto mare. Terzo punto: gli aerei devono arrivare in orario. Se io devo arrivare in aeroporto con ore di anticipo per riuscire a sbrigare tutte le formalità del caso, mi aspetto che almeno l'aereo parta e arrivi in orario. Anche perché magari poi ho quelle cose chiamate coincidenze, taxi prenotati, treni da prendere... anche perché con quello che costa il biglietto, la puntualità mi sembrerebbe d'obbligo.

Il quarto desiderio dei passeggeri riguarda la possibilità di avere a bordo una connessione ad internet decente e veloce (cosa che sarebbe auspicabile anche negli hotel, comprensiva nel prezzo). Solo alcune compagnie aeree propongono una connettività in volo veloce e sicura, in molti casi fa ancora acqua da tutte le parti. Al posto di vedere sullo schermo malconcio e minuscolo un film vecchio di mesi, visto e rivisto, magari con una connessione decente potrei controllare le mie mail, postare qualche tweet, scaricare foto su Instagram... oppure potrei prendere il mio santo reader ebook e leggermi qualche bel romanzo. Voto per quest'ultima opzione, a patto di avere la possibilità di avere una presa di corrente per ricaricare l'apparecchio in volo. Al quinto posto troviamo l'annosa questione dei bagagli persi. Magari vi ho dovuto pagare sopra una sovratassa, la compagnia aerea mi perde il bagaglio che ben che vada rivedo dopo una settimana: perché non mi rimborsano la tassa? In fin dei conti è colpa loro se al posto di finire a Londra il mio bagaglio è a Pechino. Ma a quanto pare se prima o poi il bagaglio ti viene restituito, la compagnia aerea non è tenuta a rimborsarti la tassa.

Sesto punto: ci va più umorismo e colore sugli aerei e in aeroporto in generale. Capisco che quando si lavora non si può essere felici, ma magari quando ti imbarchi se viene fatta una battutina dall'hostess in questione, se l'addetto al check in si scioglie un po', se gli assistenti di volo al posto di avere facce ingessate prendessero le cose con più umorismo, allora anche i passeggeri sarebbero più tranquilli e spensierati. Settima considerazione, riguarda il sistema TSA dei controlli preliminari veloci del check in: a quanto pare negli Stati Uniti non molte compagnie aeree utilizzano questo sistema, quindi tu hai pagato la quota di associazione per godere di questo beneficio, ma di fatto non può essere messo in pratica. In linea generale sarebbe carino avere un processo di controllo della sicurezza più agile e snello: già ci hai impiegato secoli in coda al check in, in più ti trovi un serpentone infinito al controllo bagaglio a mano, la giornata diventa lunga alla fine.

Al nono posto troviamo una richiesta semplice e ragionevole: a quanto pare la maggior parte delle compagnie aeree bara un po' per quanto riguarda la mappa dei posti liberi ancora disponibili sull'aereo, riservandone sempre un po' per eventuali clienti premium o con esigenze particolari. Non è molto carino nei confronti di tutti gli altri. Decima richiesta: tutte le compagnie aeree dovrebbero permettere di utilizzare dispositivi elettronici per sentire musica durante il decollo, basterebbe adeguare la strumentazione di bordo e dimostrare agli organi preposti che le onde dei nostri dispositivi non interferiscono con le apparecchiature. E in realtà ci sarebbe anche un undicesimo punto: una cosa carina sarebbe che le compagnie aeree rispondessero prontamente alle lamentele dei viaggiatori, senza aspettare che il caso mediatico si ingigantisca e finisca sui social network.

Intanto divertitevi con questo video di un ipotetico imbarco in aereo fatto con i Lego:

Via | Smartertravel

Foto | Magalibobois

  • shares
  • Mail