Roma semi-nascosta: la Cappella dei Pamphilj

Cappella Pamphilj

Villa Pamphilj è il parco più grande di Roma, almeno tra quelli urbani e recintati (poi se ci mettiamo a considerare le riserve naturali e le aree rurali non ne usciamo più). A Villa Pamphilj, si diceva, ci sono diversi posti dove vale la pena fare una passeggiata. Scegliete il lato ovest se preferite maggiormente immergervi nella natura, quello est per la parte più monumentale.

Proprio su questo versante si trova la Cappella dei Pamphilj, graziosa chiesetta che più immersa nel verde non si può. Si raggiunge percorrendo il sentiero dall’ingresso di Porta San Pancrazio, e sta esattamente di fronte al Casino del Bel Respiro.

Verrebbe da dire che non è poi così nascosta allora. E sì invece, perché la sua particolarità, oltre a quella di essere l’unico bene nel parco rimasto di proprietà dei Doria Pamphilj, è di venire aperta per un’ora sola a settimana, in pratica durante l’unica messa. Quando? Il sabato alle 16 (d’estate alle 17). Quindi: cogliete l'attimo!

  • shares
  • Mail