10 eccitanti destinazioni viaggio alla fine del mondo

Quali sono le dieci destinazioni viaggio più eccitanti alla fine del mondo? No, Jack Sparrow e i suoi pirati qui non c'entrano nulla, oggi parliamo di mete di viaggio ai confini della Terra.

Antartide

Se siete dei tipi avventurosi, che non amano trascorrere le vacanze nei soliti posti e alberghi, ecco per voi una selezione di dieci eccitanti destinazioni viaggio alla fine del mondo. Qui troverete tutto ciò che più vi aggrada: sarete a chilometri e chilometri di distanza da tutto ciò che è anche solo vagamente famigliare per la maggior parte dei viaggiatori, vi troverete in luoghi lontani in cui non pensavate fosse possibile soggiornare.

Si tratta insomma di mete estreme, site alla periferia della Terra, le cosiddette terre di frontiera. Ce n'è veramente per tutti gusti: montagne, deserti, la tundra ghiacciata, immaginate ogni possibile variazione inabitabile e inospitale e l'avrete.

Capo Nord, Finnmark, Norvegia

Un viaggio ai confini della Terra è quello che ti conduce a Capo Nord, in Norvegia. Se arrivate fin qui, oltre alla vista sull'Oceano Artico, ricordatevi di scattare una foto al The Top of the World, è un vero e proprio rito di passaggio per il viaggiatore che osi arrivare fin qui. Si tratta di una meta viaggio stupenda soprattutto per i motociclisti, anche in versione viaggi di nozze. E ricordatevi di fotografare anche le foreste e le renne, vi stancherete delle renne alla fine del viaggio, sono dappertutto.

Fogo Island, Newfoundland, Canada

A quanto pare alcune zone del Canada sono considerate zone di frontiera. In particolare Fogo Island, un isolotto nella parte orientale estrema della nazione, quasi in prossimità della Groenlandia. Qui le correnti marine spazzano impietose una costa scoscesa, trasportando con loro enormi blocchi di ghiaccio blu. Volete vedere la migrazione delle megattere? Questo è il posto che fa per voi, oltre a lunghi tratti incontaminati, la possibilità di fare escursioni, di praticare la pesca al merluzzo nell'Atlantico settentrionale...

Mt. Aspiring National Park, South Island, New Zealand

Qui siamo di fronte ad un parco nazionale in Nuova Zelanda assolutamente incontaminato e remoto, tanto impressionate da fungere da set per le riprese de Il Signore degli Anelli. Qui la civiltà sparisce, soggiogata da antichi ghiacciai sulle montagne, paesaggi rocciosi che sembrano sculture, fitte foreste ricoperte da muschio. Si tratta di un paesaggio a dir poco epico. Ed è disabitato.

Mt. Kailash, Himalaya, Tibet

Questa montagna viene venerata da molte religioni come il luogo in cui Terra e cielo si incontrano. Tantissimi i pellegrini che ogni anno percorrono le sue pendici, passando per villaggi a dir poco remoti. Dedicato a chi ama il trekking estremo e a chi vuole meditare sull'immensità del cosmo, anche nelle grotte e nei monasteri che pullulano in questa zona.

Makgadikgadi Pan, Botswana

Si tratta di un posto particolare, sorto su quello che una volta era un enorme lago nel deserto del Kalahari. La vegetazione qui non cresce e la fauna selvatica, scarsa, conduce una vita molto dura, soprattutto durante la stagione secca dominata da caldi venti implacabili. Qui però potrete divertirvi a soggiornare in una tenda lussuosa circondati da una pianura di sale desolata.

Ilulissat, Qaasuitsup, Groenlandia

Torniamo di nuovo in Groenlandia, il paese meno popolato del mondo, qui non ci sono strade, ma vi dovete spostare tramite nave, aereo, elicottero o anche slitte trainate dai cani. Si tratta di uno dei luoghi più inospitali del mondo, dove persino le barche possono viaggiare per brevi periodi, a causa del ghiaccio e dove la frutta e la verdura non riescono a crescere a causa della brevità della stagione "calda". Se però volete fare delle escursioni estive in un paesaggio simile a quello della luna o ammirare gli iceberg, questo è il posto che fa per vori.

Bunda Cliffs, Nullarbor Plain, Australia

Andiamo ai margini del mondo, nel sud dell'Australia, qui trovate i grandi squali bianchi che nuotano sotto lo strapiombo della scogliera di Bunda. Qui siete sulla più grande, singola lastra di calcare del mondo. E' una zona remota, arida, senza alberi, ma soprattutto in inverno potrete vedere la migrazione delle balene. O se preferite potrete immergervi nelle gabbie insieme agli squali o provare a nuotare con i delfini.

Terra del Fuoco, Patagonia, Argentina

Andate nella cittadina di Ushuaia, nell'arcipelago della Terra del Fuoco: è l'ultimo avamposto umano in Argentina al termine della strada Panamericana. Qui trovate solamente alberi rachitici, condizioni meteorologiche estreme, non c'è assolutamente nulla, se non chilometri e chilometri di acqua fra voi e la desolazione ghiacciata dell'Antartide. Però qui potrete scattare delle foto eccezionali.

Antartide

Se andiamo giù, sempre più a sud, prima o poi incappiamo nell'Antartide. Qui sì che siamo ai confini del mondo: non troverete nessun edificio, a parte qualche stazione scientifica, molte delle quali abbandonate. Non ci sono strade, non ci sono piste, non c'è l'elettricità, il conteinente è per il 98% coperto di ghiacci. Ma se amate la fauna selvatica, questo è il posto che fa per voi. Oltre al fatto che potrete ammirare fino alla nausea ghiacciai e iceberg di ogni forma e dimensione.

Kamchatka, Siberia, Russia

La famosa Kamchatka (se giocate a Risiko sapete cosa intendo), s trova a ben otto fusi orari a est di Mosca: trattasi in pratica di un deserto siberiano enorme, spopolato, ma è anche una delle regioni vulcaniche più attive al mondo. Qui vi sentirete protagonisti di un film post apocalittico, grazie soprattutto alle sue strade piene zeppe di buche enormi, di fatiscenti basi militari e di relitti di aerei da combattimento arrugginiti. E che dire dei vulcani che circondano la capitale Petropavlovsk? Il buonsenso mi direbbe di stare lontana il più possibile dai vulcani attivi, ma se vi sentite molto avventurosi, questa è la regione che fa per voi.

Via | Usatoday

Foto | Pathfinderlinden

  • shares
  • Mail