Body scanners: dal prossimo anno nuove sperimentazioni

L'aeroporto di San Francisco

L'ENAC ha deciso di dare un'altra possibilità ai body scanners: è quanto emerge dal comunicato stampa diffuso pochi giorni fa dall'Ente stesso. Tra le righe si legge:

Al termine della presentazione della relazione, visti ed analizzati i risultati dei test, il CISA ha valutato che la sperimentazione ha prodotto solo parzialmente i risultati attesi, in particolare per quanto riguarda il numero dei falsi allarmi, la non piena efficacia dei controlli in alcune situazioni e, per alcuni tipi di macchinari, tempi di esecuzione del controllo troppo lunghi rispetto alle esigenze del trasporto aereo e della security.

Il punto della questione sembra quindi essere la tecnologia non ancora matura: proprio per queso motivo dall'inizio del nuovo anno verranno implementati, per un periodo di prova di tre mesi, delle modifiche tecniche che dovrebbero dare risultati migliori in termini di velocità, precisione e riconoscimento automatico delle anomalie. I nuovi scanner verranno utilizzati negli aeroporti di Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Venezia.

Foto | Trodel

  • shares
  • Mail